Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

A Firenze nasce l’ambulatorio medico gratuito per studenti fuorisede

certificato medico
Da febbraio i giovani iscritti all'università ma residenti in altre regioni non saranno più costretti a ricorrere alla guardia medica o al pronto soccorso, ma avranno accesso ad un servizio dedicato
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

FIRENZE – A Firenze nasce l’ambulatorio per l’assistenza sanitaria, servizio gratuito rivolto agli studenti universitari fuori sede. Che da febbraio, in pratica, non saranno più costretti a ricorrere alla guardia medica o, peggio, ai pronto soccorso. La novità è contenuta nell’accordo sottoscritto tra Comune, Città metropolitana, Ateneo e Asl Toscana centro: con la firma, infatti, verrà aperto un bando per intercettare i medici che svolgeranno il servizio.

“Gli studenti universitari presenti in città ma residenti in altre regioni finora sono stati costretti, in caso di necessità, a rivolgersi alla guardia medica o al pronto soccorso“. Così agli studenti sarà garantita “l’assistenza sanitaria gratuita con un medico dedicato. Che è un modo anche per alleggerire la pressione su guardia medica e pronto soccorso, già fortemente sollecitate in una fase come quella attuale”, spiega l’assessore all’Università e ricerca, Elisabetta Meucci. L’ambulatorio “ha pochissimi esempi simili in altri Atenei italiani”, aggiunge il rettore Luigi Dei. “L’Università finanzierà con circa 25.000 euro l’avvio di un’iniziativa molto importante. Gli studenti interessati al nuovo consultorio sono gli oltre 14.000 iscritti residenti fuori della Toscana”.

LEGGI ANCHE: Covid, Giani: “Con Rt a 0,90 la Toscana dovrebbe rimanere gialla”

Le condizioni per la realizzazione sono state assicurate dall’università, che, finanziando completamente l’ambulatorio, ha consentito all’azienda sanitaria di reperire gli spazi e i medici attraverso un bando di prossima pubblicazione. L’ambulatorio, attivo da febbraio, sarà aperto dal lunedì al venerdì per quattro ore. Gli studenti potranno rivolgersi al servizio per patologie e sintomi non critici e non urgenti. Il medico dell’ambulatorio potrà prescrivere eventuali accertamenti specialistici o strumentali, trattamenti terapeutici connessi all’evento clinico, così come effettuare richieste di ricovero e consulenze telefoniche.

L’assistenza in questione non copre, per il momento, le visite a domicilio, comunque svolte dopo le 20 dalla continuità assistenziale. Per l’anno accademico in corso all’ambulatorio potranno accedere, gratuitamente, gli studenti fuori sede muniti della carta dello studente e del libretto sanitario cartaceo appositamente fornito dalla Città metropolitana, in modo da comunicare l’intervento sanitario effettuato al medico di base dello studente.

LEGGI ANCHE: L’Università di Bologna divulga nomi e indirizzi di 1.000 studenti ‘disagiati’

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»