Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Giovani ricercatori impegnati nella lotta contro i tumori cerebrali protagonisti del Premio Carla Russo

La terza edizione della manifestazione torna in presenza e si svolge sabato 11 dicembre al Resort Sant'Angelo di Pimonte (Napoli)
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – Il Premio Carla Russo torna in presenza e si rinnova per la sua terza edizione, in programma sabato prossimo alle 16:30, al Resort Sant’Angelo di Pimonte (Napoli).
I giovani ricercatori, impegnati contro la lotta ai tumori cerebrali, si confermano i protagonisti dell’evento: 10mila euro la somma messa a disposizione anche quest’anno dalla Famiglia Palummo che nel 2019 ha dato vita all’associazione Carla Russo e all’omonimo premio. Sei le categorie che conferiranno il riconoscimento a 10 ricercatori. Due saranno i primi premi, assegnati ai migliori ricercatori di età non superiore ai 40 anni.

Tre i premi destinati ai giovanissimi, per le migliori tesi in: Laurea in Professioni Sanitarie; Laurea Magistrale; Scuola di Formazione, Dottorato o altra Scuola di Specializzazione. Altri tre i premi destinati ai migliori ricercatori che hanno presentato i propri lavori nel corso del convegno ‘Stato dell’Arte e prospettive della Neuro-Oncologia in Campania’, organizzato dal Premio Carla Russo e svoltosi a Pimonte lo scorso 18 e 19 giugno. Infine saranno due i premi consegnati ai migliori ricercatori che hanno preso parte al XXIV Congresso Nazionale Aino (Associazione italiana di neuro-oncologia), con la quale si è attivata quest’anno una collaborazione ancora più stretta.

“Quest’anno abbiamo deciso di diversificare la struttura del Premio – ha affermato Luigi Mansi, coordinatore scientifico dell’associazione – dedicando ampio spazio ai giovanissimi neo laureati, prime leve da formare e forgiare nella lotta contro i tumori, e suggellando un importantissimo sodalizio con l’Aino. Come rappresentante dell’associazione Carla Russo uso l’indicativo e non il condizionale per dire che voglio dare speranza, stimolando la ricerca a trovare gli strumenti per sconfiggere la malattia; voglio dare forza al diritto alla salute dei cittadini campani che devono avere la possibilità di trovare nella loro regione le risorse e le competenze necessarie; voglio che in Campania nasca un polo scientifico e clinico di Neuro-oncologia in grado di interagire da protagonista con le più importanti strutture internazionali dove spesso lavorano, anche in posizioni apicali, nostri corregionali; voglio dare orgoglio e sostegno a tutti gli operatori per combattere insieme fino a raggiungere i risultati auspicati”.

“Siamo felici di quanto stia crescendo la nostra iniziativa – hanno affermato Antonio, Carmela e Michele Palummo, fondatori dell’associazione e rispettivamente figli e marito della signora Carla Russo – una crescita che senza l’impegno del Consiglio regionale della Campania, in particolare nella persona del presidente Gennaro Oliviero, non sarebbe stata possibile. Un ringraziamento particolare va a tutte le associazioni scientifiche che ci stanno supportando in questo nostro percorso e che, come ogni anno, hanno deciso di concederci il loro patrocinio, concesso per la prima volta anche dal Parlamento europeo, a dimostrazione del grande interesse che suscita il nostro lavoro. Siamo convinti – hanno concluso – che solo facendo dialogare il mondo della scienza con quello della politica si possano raggiungere i risultati sperati, trasformando così il nostro dolore, il dolore di quanti hanno dovuto affrontare questa battaglia e la perdita di un familiare, nella speranza trovare nuove cure”.

All’appuntamento di sabato sono annunciati: Gennaro Oliviero, presidente del Consiglio regionale della Campania; Aldo Patriciello, eurodeputato; Franco Roberti, eurodeputato; Alessandro Amitrano, deputato; Michela Rostan, deuputata; Tommaso Pellegrino, consigliere regionale. Il dibattito vedrà gli interventi di tutto il comitato scientifico, composto dai più importanti studiosi a livello internazionale nel campo dei gliomi, e degli apicali della neuro-oncologia campana invitati alla discussione.
L’evento, che ha ricevuto il Patrocinio morale del Parlamento europeo e il patrocinio da: Consiglio regionale della Campania, Università degli Studi di Napoli Federico II, Rin, Ainr, Aimn, AIom, Sinch, Cirps, Alleanza Contro il Cancro, Associazione italiana di neuro-oncologia.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»