850 kg di botti proibiti sequestrati in provincia di Avellino

Si tratta di 14.700 botti pirotecnici di fabbricazione artigianale "Cobra" che avrebbero fruttato sul mercato oltre 45mila euro
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BARI – Il comando provinciale della guardia di finanza di Napoli, nell’ambito dell’intensificazione dell’attività di controllo economico del territorio in vista dell’approssimarsi delle festività natalizie, ha sequestrato a Taurano, in provincia di Avellino, 14.700 botti pirotecnici proibiti di fabbricazione artigianale “Cobra”. Gli stessi, del peso di 850 Kg, avrebbero fruttato sul mercato oltre 45mila euro.

In particolare, i finanzieri della compagnia di Giugliano in Campania, in collaborazione con i colleghi della Tenenza di Baiano (Av), hanno fermato al termine di un pedinamento un furgone all’interno del quale era stipato, con modalità prive di qualsiasi forma di sicurezza, l’ingente quantitativo di botti illegali, la cui massa attiva era pari a 490 Kg.

Al termine dell’operazione, le fiamme gialle hanno tratto in arresto in flagranza di reato il responsabile per violazione del Testo Unico di Pubblica Sicurezza e del Codice Penale, per detenzione, commercio abusivo ed omessa denuncia all’Autorità.

Il materiale esplodente sequestrato è stato immediatamente distrutto.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»