VIDEO | ‘Immigrato’, il nuovo singolo di Checco Zalone in attesa del film ‘Tolo Tolo’

Nel video Zalone vive a Roma nel Palazzo Federici di viale XXI Aprile, lo stesso in cui fu ambientato 'Una giornata particolare' di Ettore Scola
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

https://www.youtube.com/watch?v=yRF117lEKRE

ROMA – Checco Zalone colpisce ancora. Il comico campione di incassi al botteghino stupisce tutti e invece del trailer del suo attesissimo film ‘Tolo Tolo’, in arrivo l’1 gennaio nei cinema, decide di lanciare un nuovo singolo dal titolo ‘Immigrato’, che anticipa i temi al centro dell’attesissima pellicola.

LEGGI ANCHE

‘Joker’, disponibile in streaming dal 16 gennaio. Dal 6 febbraio in DVD, Blu-Ray e 4K

VIDEO| Checco Zalone bloccato a Roccaraso scherza con il sindaco: il video è virale

CINEMA | Mulan, il nuovo trailer del live action targato Disney

VIDEO | James Bond tra i sassi di Matera, il trailer di ‘No time to die’

La canzone, che gioca con i luoghi comuni sugli extracomunitari, ricalca le melodie di  Adriano Celentano e Toto Cutugno, in un crescendo ironico-malinconico che termina con l’immigrato che ruba la moglie all’italiano Zalone. Il video è girato in varie zone della capitale, tra cui piazza Bologna, e l’appartamento in cui vive Zalone si trova nel Palazzo Federici di viale XXI Aprile, lo stesso in cui fu ambientato ‘Una giornata particolare’ di Ettore Scola.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»