Alfano: “No all’accanimento terapeutico, si voti a febbraio”

Il ministro dell'Interno intervistato oggi dal "Corriere della sera"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
A. Alfano
A. Alfano

ROMA – “No ad accanimento terapeutico. Ci affidiamo a saggezza Presidente Mattarella“. Lo scrive su twitter Angelino Alfano, ministro dell’Interno, che rilancia la sua intervista di oggi al ‘Corriere della sera‘. Al quotidiano Alfano spiega di essere “contrario agli accanimenti terapeutici, se si capirà che la legislatura ha esaurito la sua funzione, meglio andare al voto”.

Matteo Renzi, lui è d’accordo con lei? “Non sono autorizzato a riferire quello che ci siamo detti ma posso fare un pronostico sulla volontà di andare a elezioni a febbraio. Naturalmente sarà il capo dello Stato Sergio Mattarella a decidere, non noi”.

ALFANO: SUBITO L. BILANCIO, POI MODIFICHE L. ELETTORALE E AL VOTO

“Sono contrario agli accanimenti terapeutici: se la legislatura ha esaurito la sua funzione, approviamo la Legge di Stabilità entro qualche giorno ed entro qualche settimana facciamo qualche modifica alla legge elettorale per votare subito, a febbraio.

Ma ci affidiamo alla saggezza del presidente Mattarella, guida di equilibrio del Paese. Si può fare”. Lo scrive su facebook Angelino Alfano, ministro dell’Interno.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»