Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Due migranti si fingono turisti dopo lo sbarco, erano in possesso di documenti falsi

I carabinieri li hanno individuato sulla strada statale 106. Erano tra i 50 migranti sbarcati ieri notte sulla costa jonica a Ferruzzano (RC)
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

REGGIO CALABRIA – I carabinieri della Compagnia di Bianco, nel reggino, hanno arrestato due iraniani di 37 e 20 anni, trovati in possesso di documenti falsi. I due erano tra i 50 migranti sbarcati ieri notte sulla costa jonica a Ferruzzano (RC) su un’imbarcazione a vela, tra questi vi erano anche tre donne e quindici bambini.

Secondo i primi accertamenti i migranti hanno nazionalità iraniana, irachena e afgana. I carabinieri hanno individuato i migranti sulla strada statale 106, mentre si allontanavano diretti a Brancaleone. Tra questi, due iraniani hanno finto di essere turisti ed in possesso di un permesso di soggiorno finlandese e una carta d’identità lussemburghese: entrambi i documenti sono risultati contraffatti.

Per i due è scattata l’accusa di possesso di documenti di identificazione falsi e dovranno rispondere alla procura di Locri. Gli altri migranti, rintracciati nel corso della giornata dai carabinieri del Gruppo di Locri, sono stati accompagnati al centro di prima accoglienza di Roccella Jonica.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»