Di Caprio e Tarantino di nuovo insieme? Intanto il regista italoamericano cerca un produttore

Nel cast anche Brad Pitt, Jennifer Lawrence, Margot Robbie e Samuel L. Jackson
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dopo lo scandalo che ha investito Harvey Weinstein, Quentin Tarantino è ora alla ricerca di un nuovo produttore per il suo prossimo film. La nona pellicola del regista italoamericano parlerà di Charles Manson e della sua setta satanica, coinvolta nella strage di Bel Air in cui trovò la morte Sharon Tate, moglie di Roman Polanski.

Leggi anche Weinstein, Tarantino confessa: “Sapevo ma ho taciuto”

Il film non avrà però come protagonista Manson, che sarà una figura secondaria, come Hitler in “Bastardi senza gloria”. Nel cast del film quasi sicuramente ci saranno Brad Pitt, Jennifer Lawrence, Margot Robbie (nel ruolo di Sharon Tate) e Samuel L. Jackson. E ora spunta un altro nome, quello del premio Oscar Leonardo Di Caprio, che dopo 5 anni da  “Django Unchained” potrebbe tornare e a lavorare sul set di Tarantino.

Un sodalizio che auspicano in molti, vista la straordinaria prova attoriale fornita da Di Caprio nei panni del crudele latifondista Calvin Candie. Al momento però, tutta l’attenzione del regista italoamericano è concentrata sulla ricerca del produttore di quello che potrebbe essere il suo penultimo film. Tarantino ha infatti dichiarato di non voler dirigere più di 10 pellicole. Untitled Manson Family Project, questo il probabile titolo della sua nuova opera, sarebbe il numero 9 nella sua filmografia.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»