Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Nigeria, libera una delle ragazze rapite da Boko Haram

E' stata ritrovata sana, salva e madre di un bambino di dieci mesi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

croce_rossa_boko-haramROMA – Una delle 270 studentesse di Chibok rapite da Boko Haram nel 2014 è stata ritrovata sana, salva e madre di un bambino di dieci mesi. Lo riferisce la Bbc facendo suo quanto dichiarato da fonti militari nigeriane.

Il ritrovamento è avvenuto a Pulka, nel nord dello stato di Borno, nel corso di un’operazione atta a stanare alcuni miliziani del noto gruppo estremista, che tra il folto della foresta di questo Stato trovano rifugio.

L’ultimo gruppo di giovani studentesse riportato a casa risale a circa un mese fa, quando in seguito a un negoziato – in cui erano intervenuti la Croce rossa internazionale (Icrc) e il governo svizzero – i miliziani hanno accettato di liberarne 21.

Le autorità hanno fatto sapere che tuttavia non smetteranno di cercare le circa 200 ragazze ancora in mano ai jihadisti.

LEGGI ANCHE

Boko Haram, secondo l’Unicef 1 attacco suicida su 2 è con un bambino

Nigeria, Boko Haram non si ferma, sgozzate 4 donne

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»