Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Messina, il Cdm dichiara lo stato di emergenza: “Esercito e nave militare per aiutare”

La situazione a Messina e' "diventata intollerabile, serve una svolta". Oggi "si e' ulteriormente aggravata", dice il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Claudio De Vincenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il Consiglio dei ministri ha dichiarato lo Stato di emergenza per Messina. La situazione a Messina e’ “diventata intollerabile, serve una svolta”. Oggi “si e’ ulteriormente aggravata”, dice il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Claudio De Vincenti, in conferenza stampa a Palazzo Chigi, al termine del Cdm. messina cdm

Per questo, “la Protezione civile, l’esercito e una nave cisterna militare” interverranno a Messina per riportare l’acqua ai cittadini,  annuncia De Vincenti.

DE VINCENTI: POTERI STRAORDINARI A PROTEZIONE CIVILE – La dichiarazione dello stato di emergenza per Messina “ha dato poteri straordinari, poteri forti, alla Protezione civile nazionale”. Lo precisa Claudio De Vincenti, sottosegretario alla presidenza del Consiglio, nella conferenza stampa seguita al Cdm che ha decretato lo stato d’emergenza a Messina da giorni senz’acqua. “Il capo della Protezione civile nazionale, Curcio, scende oggi nel primo pomeriggio a Messina insieme con i suoi uomini- spiega De Vincenti- per prendere in mano una situazione che e’ diventata estremamente difficile” con l’acqua che manca “ormai da piu’ di dieci giorni, e che chiede una svolta”.

Leggi anche:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»