NEWS:

Chi è Narges Mohammadi, Premio Nobel per la Pace

L'attivista iraniana, 51 anni, è attualmente imprigionata dalle autorità iraniane

Pubblicato:06-10-2023 11:54
Ultimo aggiornamento:08-10-2023 17:37
Autore:

narges mohammadi
FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

ROMA – All’iraniana Narges Mohammadi il Premio Nobel per la pace: l’annuncio, giunto oggi da Oslo, è stato motivato con la sua “lotta contro l’oppressione delle donne” e “per la promozione dei diritti umani e la libertà per tutti”.

Il riconoscimento, a differenza di quanto accaduto nei giorni scorsi per la Medicina, la Chimica o la Fisica, con le comunicazioni giunte dall’Accademia reale di Svezia, da Stoccolma, è stato attribuito dal Comitato norvegese del Nobel a Oslo. Nelle motivazioni della scelta dei giurati si celebra “una lotta coraggiosa” che per Mohammadi ha avuto “un terribile costo personale”. Nel complesso, si evidenzia, “il regime l’ha arrestata 13 volte e condannata cinque volte, infliggendole un totale di 31 anni di carcere e 154 frustate“.

LEGGI ANCHE: Il Nobel per la fisica va ad Agostini, Krausz e Huillier


LEGGI ANCHE: Nobel per la medicina a Karikò e Weissman per il vaccino anti-covid

LEGGI ANCHE: Nobel per la Letteratura al norvegese Jon Fosse

NARGES MOHAMMADI È ANCORA IN CARCERE

Il Comitato sottolinea che l’attivista è tuttora in carcere e ricorda in particolare il suo ruolo nella mobilitazione di protesta seguita alla morte nel settembre 2022 di Mahsa Jina Amini, una giovane che era stata fermata dalla polizia morale dell’Iran. “Ancora una volta, Mohammadi ha assunto un ruolo guida” si riferisce nelle motivazioni del Nobel. “Dalla prigione ha espresso supporto per i dimostranti e ha organizzato azioni di solidarietà insieme con altri detenuti” sottolineano i giurati. “Le autorità penitenziarie hanno risposto imponendole restrizioni ancora più severe, vietandole persino di ricevere telefonate o visitatori; lei però è comunque riuscita a far diffondere un articolo che è stato pubblicato dal New York Times nel primo anniversario dell’uccisione di Mahsa”. Il Comitato del Nobel conclude ricordando il messaggio chiave di quel testo: “Più ci rinchiudono, più diventiamo forti”.

MELONI: CONGRATULAZIONI A NARGES MOHAMMADI, ISPIRA DONNE MONDO

“Congratulazioni a Narges Mohammadi per l’assegnazione del Premio Nobel per la Pace. Il suo impegno ispira le donne del mondo a difendere la loro libertà e i loro diritti. L’Italia sarà sempre al fianco delle donne per il rispetto dei diritti fondamentali e della libertà”. Giorgia Meloni, presidente del Consiglio, lo scrive su X.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy