Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Da Papa Francesco a Jessica Chastain: Festa del Cinema di Roma internazionale e pop

festa_del_cinema_di_roma
Attesi Burton, Tarantino, Zerocalcare, 'Zlatan', Baglioni e Bellocchio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA –  “Festa internazionale dall’anima pop” per “riaccendere nel pubblico la voglia di andare al cinema”. Così Antonio Monda, direttore artistico della Festa del Cinema di Roma, e Laura Delli Colli, presidente della Fondazione Cinema per Roma, hanno aperto la conferenza stampa di presentazione della 16esima edizione della kermesse, costata 4 milioni e 165mila euro (mezzo milione in più rispetto al 2020). La nuova edizione sarà anche femminile. Sì, perché sono ventidue le registe donne che animeranno la festa provenienti da ventidue Paesi diversi. Ad aprire la manifestazione sarà ‘The Eyes of Tammy Faye’ di Michael Showalter con Jessica Chastain e Andrew Garfield. Inoltre, Chastain sarà protagonista di un incontro con il pubblico. Della ‘Selezione Ufficiale’ fanno parte anche ‘L’Arminuta’ di Giuseppe Bonito con Vanessa Scalera e Fabrizio Ferracane, ‘C’mon c’mon’ di Mike Mills con Joaquin Phoenix, ‘Charlotte’ di Eric Warin e Tahir Rana con Keira Knightley e Sam Claflin, il musical sulla storia di Cyrano di Joe Wright con Peter Dinklage, il documentario ‘Frank Miller – American Genius‘ di Silenn Thomas sul leggendario fumettista, ‘Zlatan‘ sulla storia di Ibrahimovic, ‘Les Jeunes Amants‘ di Carine Tardieu con Fanny Ardant, che sarà a Roma. E ancora ‘Passing‘ di Rebecca Hall con Tessa Thompson e ‘Promises‘ di Amanda Sthers, che ha adattato il suo romanzo per il grande schermo, con protagonisti Pierfrancesco Favino, Kelly Reilly e Jean Reno.

FESTA DEL CINEMA DI ROMA, I TITOLI PIÙ ATTESI

Tra gli eventi speciali più attesi ci sono ‘A casa tutti bene – La serie’ di Gabriele Muccino con Francesco Acquaroli, Laura Adriani, Valerio Aprea, Euridice Axen, Maria Chiara Centorami, Silvia D’Amico ed Emma Marrone; il doc sul dj Benny Benassi di Matt Mitchener, Devin Chanda, Stefano Camurri e Cesare Della Salda; il doc su Caterina Caselli ‘Una vita, cento vite’ di Renato De Maria; la serie tv di Oliver Stone ‘JFK: Destiny Betrayed’; ‘E noi come stronzi rimanemmo a guardare’ di Pierfrancesco Diliberto (Pif) con Fabio De Luigi, Ilenia Pastorelli, Pierfrancesco Diliberto, Valeria Solarino, Maurizio Marchetti, Maurizio Lombardi ed Eamon Farren; ‘Vita da Carlo’ la serie Amazon Prime Video di e con Carlo Verdone; infine, ‘Strappare lungo i bordi’ la serie Netflix di Zerocalcare con le voci di Zerocalcare e Valerio Mastandrea.

Il film Marvel ‘Eternals’ chiuderà la Festa del Cinema di Roma, In programma nella sezione ‘Riflessi’ la serie in quattro episodi (della durata di 2 ore ciascuno) su Muhammad Ali, ‘Stories of a generation con Papa Francesco’ di Simona Ercolani. Qui il pontefice è il narratore dello show con persone della terza età provenienti da tutto il mondo che condividono le loro incredibili esperienze di vita. Sia grandi nomi, come Martin Scorsese e Jane Goodall, sia persone comuni raccontano storie stimolanti e a volte commoventi attraverso lo sguardo di giovani registi sotto i trenta anni. Il Papa condivide inoltre aneddoti personali della sua vita.

I protagonisti degli ‘Incontri Ravvicinati’ sono Tim Burton e Quentin Tarantino, che riceveranno anche il premio alla Carriera, Claudio Baglioni, Luca Guadagnino, Marco Bellocchio – che presenterà alcune scene della serie ‘Esterno Notte’ su Aldo Moro – Alfonso Cuaron, Luciano Ligabue e Fabrizio Moro – che parleranno del loro incontro e della realizzazione del corto, videoclip ufficiale del brano, di ‘Sogni di rock’n’roll’, che verrà presentato in anteprima esclusiva – Frank Miller, Zadie Smith, i Manetti bros. – che presenteranno alcune scene di ‘Diabolik’ – e Zerocalcare.

Inoltre, al pubblico della Festa saranno presentati il restauro di ‘C’eravamo tanto amati’ di Ettore Scola e gli omaggi a Gigi Proietti, con il doc di Edoardo Leo, e a Monica Vitti, con il doc ‘Vitti d’arte, Vitti d’amore’ che sarà presentato da Paola Cortellesi. Per la prima volta il Teatro dell’Opera di Roma incontra la Festa del Cinema con tre serate evento in cui il Lirico capitolino si trasformerà in una sala cinematografica per la proiezione di tre spettacoli che raccontano il coraggioso percorso del Teatro in questo difficile anno di pandemia. La prima serata sarà dedicata al Rigoletto andato in scena nell’estate 2020 a Circo Massimo, prima nuova regia operistica programmata in Europa dopo il lockdown. Saranno proiettati due progetti inediti presentati in anteprima assoluta: il film-opera Rigoletto al Circo Massimo di Damiano Michieletto che offre un percorso dell’opera in chiave filmica; a seguire il documentario Rigoletto 2020. Nascita di uno spettacolo di Enrico Parenti, nato dal racconto della nascita e della realizzazione dell’opera.

PUBBLICO SUL RED CARPET, MA CON PRENOTAZIONE

Anche quest’anno gli spettatori potranno assistere al red carpet dalla cavea dell’Auditorium previa prenotazione del posto tramite il sito della kermesse. Il pubblico e gli accreditati potranno accedere agli spazi della festa con il Green Pass o con il certificato verde con validità 48 ore rilasciato con il tampone molecolare o antigenico. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»