Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Comunali, sarà ballottaggio a Cosenza tra i due candidati sindaci omonimi

A contendersi la poltrona saranno infatti Francesco Caruso e Francesco Alessandro Caruso detto Franz
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

REGGIO CALABRIA – Sarà necessario il turno di ballottaggio per conoscere il nome del nuovo sindaco di Cosenza che succederà a Mario Occhiuto. A contendersi la poltrona, domenica 17 e lunedì 18 ottobre, saranno Francesco Caruso che al primo turno è stato sostenuto da una coalizione di centrodestra con 8 liste – Bella Cosenza, Fratelli d’Italia, La Cosenza che vuoi, Forza Cosenza – Francesco Caruso Sindaco, Coraggio Cosenza, Occhiuto per Caruso Visione continuità, Unione di centro Calabria e Lega – totalizzando 13.132 voti, pari al 37,43%, e Francesco Alessandro Caruso detto Franz appoggiato da 3 le liste al primo turno – Partito socialista italiano, Partito democratico, Franz Caruso sindaco – che ha totalizzato 8.342 voti, pari al 23,78%.

Il primo turno elettorale, al termine dello scrutinio delle 82 sezioni cittadine, ha visto al terzo posto il candidato Francesco De Cicco con 4.861 voti, pari al 13,85%, sostenuto da 6 liste civiche. Al quarto posto è arrivata Biancamaria Rende sostenuta dalle tre liste Movimento 5stelle, Bianca Rende sindaca e Tesoro Calabria con 4.441 voti, pari al 12,66%. A seguire, Valerio Formisani sostenuto dalla lista Cosenza in comune con 1680 voti, pari al 4,79%; Francesco Pichierri due le liste collegate, Noi Italia e Democrazia cristiana con 1.213 voti, pari al 3,46%; Fabio Gallo, lista collegata Noi, con 714 voti, pari al 2,03%; e Francesco Civitelli sostenuto da Su la testa Cosenza con Civitelli sindaco, Civitelli sindaco, Un fiore X Cosenza – Civitelli sindaco; Costruiamo il futuro – Civitelli sindaco, Giovani con Civitelli sindaco, che ha totalizzato 704 voti, pari al 2,01%.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»