Salvini: “Sbarchi moltiplicati”. Di Maio: “Taccia, con lui rimpatri all’anno zero”

Salvini attacca sui migranti: "Col governo del tradimento gli sbarchi si sono subito moltiplicati e le strutture di accoglienza sono tornate nel caos". Di Maio lo gela
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “La grande differenza tra il governo con la Lega e il governo senza la Lega è semplice: con la Lega gli sbarchi diminuivano e i grandi centri per immigrati come Mineo, Cona e Bagnoli venivano chiusi. Col governo del tradimento, invece, gli sbarchi si sono subito moltiplicati, le strutture di accoglienza sono tornate nel caos e il governo manda clandestini in giro per l’Italia. Non vediamo l’ora di tornare al voto per mandare a casa questi incapaci, a partire dall’Umbria che la sinistra continua a disprezzare. Prima ha umiliato i cittadini con una giunta decimata dagli arresti, ora regala immigrati clandestini in arrivo a Terni”. Lo afferma Matteo Salvini.

LEGGI ANCHE Migranti, Di Maio: “Faremo più di Salvini, non ci vuole molto”. E Conte prepara la “svolta risolutiva”

DI MAIO: SALVINI TACCIA, CON LUI RIMPATRI ALL’ANNO ZERO

Matteo Salvini denuncia la ripresa della distribuzione di migranti in Italia. “E’ bene che in questi casi taccia invece di fare propaganda“, dice Luigi Di Maio a Terni. “Noi stiamo affrontando il tema dei migranti con il decreto sui rimpatri, perchè prima eravamo all’anno zero“.

Con Salvini al Viminale, denuncia Di Maio, “arrivavano continuamente barchini e sbarcavano migranti, le ong erano il 10 per cento, il 90 per cento erano piccole imbarcazioni”.

LEGGI ANCHE Patto sui migranti, Conte: “Salvini non sia invidioso”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

6 Ottobre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»