NEWS:

Roma, fermato il presunto stupratore della donna australiana/VD

L'indiziato è un cittadino romeno di 40 anni, O. E., senza fissa dimora

Pubblicato:06-10-2016 08:25
Ultimo aggiornamento:17-12-2020 09:08

FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

parco-di-colle-oppioROMA  – All’alba di oggi, la Squadra mobile e gli agenti del commissariato Viminale hanno fermato il presunto responsabile dell’aggressione e della violenza sessuale ai danni di una turista australiana di 49 anni, avvenuta il 3 ottobre nel parco di Colle Oppio a Roma.

L’indiziato è un cittadino romeno di 40 anni, O. E., senza fissa dimora, ed è accusato di violenza sessuale, rapina e lesioni, tutti aggravati. Recuperati anche i soldi sottratti alla donna.

Nel corso delle indagini, gli inquirenti hanno raccolto testimonianze, effettuato sopralluoghi e analisi di immagini di sistema di video-sorveglianza di alcuni esercizi commerciali: in questo modo è stato possibile ricostruire la dinamica dei fatti e raccogliere gravi elementi a carico del fermato.


LA RICOSTRUZIONE

Questa i fatti secondo gli investigatori: nella serata del 2 ottobre scorso, presso un locale nella zona della stazione Termini, la turista australiana ha conosciuto O. E., romeno di 40 anni, il quale, con la scusa di riaccompagnarla in albergo, l’ha portata nei pressi del parco di Colle oppio.

Qui, dopo essersi rifiutata di baciare l’uomo, la donna è stata stordita con un violento pugno al volto. Colpita più volte, ha riportato varie lesioni, ed è stata derubata dei soldi, del cellulare e di diversi monili in oro che portava con sé per poi essere costretta a subire un rapporto sessuale.

In forte stato di shock, la donna è riuscita, poi, a trascinarsi fino alla strada, dove è stata soccorsa da un’automobilista che contattava il 118. O.E., il presunto autore delle violenze, si è reso irreperibile sin dalle fasi immediatamente successive all’aggressione.

Le conseguenti attività di ricerca hanno accertato che lo stesso si è prima spostato nel viterbese, per poi fare ritorno nella Capitale a bordo di un treno regionale, probabilmente per organizzare meglio la propria fuga dal territorio nazionale. Il personale dislocato presso le diverse fermate del treno lungo la tratta Roma-Viterbo, ha individuato e catturato il fuggitivo nei pressi della stazione Giustiniana, dove gli agenti, saliti a bordo alla fermata “La Storta”, lo hanno trovato all’interno di una carrozza. Il fuggitivo, all’atto della cattura, è stato trovato in possesso di dollari australiani e monili in oro sottratti alla vittima.


LEGGI ANCHE

Da suicidio Napoli a stupro Rimini, lo psicologo: “Tragedia è superficialità”

Roma. Stupro al Prenestino, preso il secondo uomo

Roma, c’è un arresto per lo stupro di Pineta Sacchetti

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy