Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Carabiniere ferito durante la comunione del figlio nel Catanese, era intervenuto per sedare una rissa

carabinieri_ambulanza
Arrestato il 69enne di Acireale che ha fatto fuoco. Il vicebrigadiere non è in pericolo di vita ma la prognosi resta riservata
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – Si è concluso l’intervento chirurgico a cui è stato sottoposto il carabiniere ferito ieri sera nel corso di una sparatoria nella frazione acese di Santa Maria Ammalati, in provincia di Catania.
Il militare si trova ricoverato nell’Unità operativa complessa di Neurochirurgia dell’ospedale Cannizzaro, dove è stato trasferito dal 118 dopo la stabilizzazione all’ospedale di Acireale. Si è trattato di un intervento neurochirurgico “per la lesione vertebro-midollare da scoppio – dice una nota dell’ospedale -, eseguito con successo”.
Il vicebrigadiere, in trattamento farmacologico, “non è in pericolo di vita”. Le sue condizioni vengono definite “stazionarie”, tuttavia la prognosi “resta riservata con riferimento agli eventuali esiti della lesione”.

Il vicebrigadiere è stato ferito al collo ieri sera da un colpo di pistola sparato ieri sera a Santa Maria Ammalati, frazione di Acireale davanti a una chiesa al termine di una prima comunione.
Il militare, di stanza alla Stazione dei carabinieri di Aci Sant’Antonio, era libero dal servizio e presente sul luogo per la comunione del proprio figlio quando, al termine della cerimonia, è scoppiata una rissa tra una decina di persone.
Arrestato l’uomo che ha fatto fuoco: un 69enne di Acireale che dovrà rispondere di tentato omicidio e porto illegale di arma da fuoco.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»