Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Bomba e lettera di minacce contro Musumeci. La Giunta regionale: “Clima pericoloso”

musumeci presidente regione sicilia
Un ordigno rudimentale, fatto brillare dagli artificieri, e un biglietto minatorio sono stati trovati lungo la ferrovia Catania-Militello
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – Un ordigno rudimentale, fatto brillare dagli artificieri della polizia, e una lettera di minacce al presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, sono stati scoperti lungo la ferrovia Catania-Militello. A indagare sull’episodio è la questura di Catania. Al Governatore siciliano è arrivata la solidarietà dei gruppi parlamentari.

LA GIUNTA: “INQUIETANTE, CLIMA DI ODIO ALIMENTATO STRUMENTALMENTE”

“Il ritrovamento di una bomba e di una lettera di minacce rivolte al presidente Musumeci è inquietante. Saranno gli inquirenti a chiarire i contorni di questa vicenda ma una cosa è certa: il clima di odio e violenza, non solo verbale, che viene sempre più spesso alimentato strumentalmente, è pericoloso e ormai dilagante“. Lo si legge in una nota a firma della Giunta regionale siciliana. “Non nascondiamo la nostra preoccupazione, anche perché si tratta della ennesima intimidazione che riguarda il presidente – si legge ancora -. A lui, con affetto, la vicinanza e solidarietà della giunta di governo, sicuri che non si lascerà intimidire e andrà avanti con il coraggio e la determinazione di sempre“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»