Teresa Bellanova e il body shaming di Capezzone, il web si rivolta contro di lui

L'ex radicale irride la neoministra per l'abito scelto per il giuramento da ministro, per lei solidarietà e manifestazioni di stima da parte di migliaia di persone
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La neo ministra per l’Agricoltura Teresa Bellanova è stata oggetto di un offensivo tweet di Daniele Capezzone, ex politico e giornalista. Il motivo? L’abito indossato in occasione del giuramento del governo Conte bis. “Halloween o Carnevale?”, ha twittato Capezzone con evidente intento irrisorio, pubblicando una foto di Bellanova al Quirinale. Gli utenti non gliel’hanno fatta passare liscia e si sono scatenati in un diluvio di cinguettii contro il suo ‘body shaming’ (una forma di bullismo mirato a colpire l’estetica delle vittime).

“Ridicolo”, “Sessista”, “Miserabile“, sono i primi commenti al suo tweet.”Ha parlato Alain Delon”, scrivono altri, ricordando anche a Capezzone le sue numerose giravolte politiche, ben più deprecabili rispetto alla scelta di un vestito. “Radicale, berlusconiano, fittiano. Tu Capezzone ne hai provati tanti, ma il vestito giusto non l’hai trovato mai”, ha commentato la giornalista Selvaggia Lucarelli su Facebook.

E da stamattina #TeresaBellanova è trending topic: l’hashtag raccoglie commenti di solidarietà e stima per la ministra. 

A intervenire è anche l’ex presidente della Camera Laura Boldrini, che scrive: “Quelli che non hanno argomenti fanno così Ti attaccano sul vestito, le scarpe, i capelli, il peso. Si accaniscono sul corpo pensando di farti soffrire ma forse non hanno idea di che persona sei e quale sia la tua tempra. Un abbraccio, Teresa! #TeresaBellanova“.

“La miseria di spirito si raccoglie tutta nel linguaggio di chi attacca la ministra #TeresaBellanova. Da sempre impegnata nei diritti dei lavoratori. Tutta la mia stima a una Donna che ricopre una carica istituzionale importante”, scrive una utente. “#TeresaBellanova, neo Ministro, è stata bracciante e sindacalista. Gli omuncoli che ne sbeffeggiano l’aspetto fisico, si autoqualificano per la pochezza interiore e di contenuti. Io vedo una donna, io vedo un ministro. Ha la mia solidarietà.”, fa eco un altro.  “Questi omuncoli che se la prendono con #TeresaBellanova, criticandola per l` aspetto fisico, mi ricordano di come la pochezza interiore e di contenuti si rifugi nel bullismo e sessismo. Io vedo una donna con un viso dolce e sereno, che cela una grande forza”, twitta un’altra utente.

E a commentare la vicenda arriva anche l’ex presidente del Consiglio Matteo Renzi. “Chi insulta Teresa Bellanova per il suo abito, per il suo fisico, per la sua storia di bracciante agricola divenuta sindacalista e poi ministro non è degno di una polemica pubblica: è semplicemente un poveretto. Gente che polemizza così va solo compatita, nemmeno criticata- scrive su facebook-. Voglio però fare un augurio a chi ironizza sulle caratteristiche fisiche (quasi sempre sulle donne, chissà perché): vi auguro di poter provare almeno una volta le emozioni di bellezza e stupore che le persone vivono quando ascoltano Teresa, la sua passione, la sua storia. Basti pensare ai suoi discorsi alla Leopolda: nessuno infiamma la platea come lei.
Perché è triste la vita di chi passa il tempo a odiare gli altri sui social. Per voi sarebbe più utile imparare ad amare nella vita reale. E ad amarvi. Se poi qualcuno pensa che Teresa possa farsi fermare da qualche insulto, beh, è un problema vostro. Non la conoscete. Non ci conoscete”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

6 Settembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»