hamburger menu

Archie Battersbee è morto, la mamma: “Ha combattuto fino alle fine”

È stata interrotta oggi la ventilazione artificiale che manteneva in vita il dodicenne ricoverato per una lesione cerebrale dopo un terribile incidente a casa il 7 aprile scorso

06-08-2022 19:03
terapia_intensiva
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Dopo quattro mesi di coma irreversibile è morto Archie Battersbee, il dodicenne ricoverato per una lesione cerebrale al Royal London Hospital, a seguito di un terribile incidente a casa il 7 aprile scorso. Era stato trovato impiccato a una corda nella sua casa. Oggi è stata interrotta la ventilazione artificiale che lo manteneva in vita, sebbene i suoi genitori avessero combattuto una lunga battaglia legale per impedire che le sue cure di supporto vitale venissero revocate.

Parlando fuori dal Royal London Hospital, la mamma Hollie Dance ha detto di aver “combattuto fino alla fine”. Come riferisce il Guardian, la donna tra le lacrime ha aggiunto: “Archie è morto oggi alle 12.15, vorrei solo dire che sono la mamma più orgogliosa del mondo. Era un bambino così bello. Ha combattuto fino alla fine e sono così orgogliosa di essere sua madre”. “Non c’è assolutamente nulla di dignitoso nel guardare un membro della famiglia o un bambino soffocare. Nessuna famiglia dovrebbe mai dover affrontare quello che abbiamo passato noi: è barbaro”, dice ancora Hollie Dance. I sostenitori della famiglia sono venuti in ospedale con dei fiori e con candele a forma di ‘A’ per offrire un ultimo omaggio al bambino.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-08-06T19:03:57+02:00