Tra i sassi di Matera nasceranno i Luoghi del silenzio

Il costo complessivo del progetto é di 2,5milioni di euro finanziati con risorse della legge 208/2015
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

POTENZA – Riqualificazione aree suggestive della citta’ che si affacciano sui Sassi e sull’altopiano murgiano in cui il tempo sembra essersi fermato. La giunta comunale di Matera ha approvato la delibera di riapprovazione del progetto preliminare dei Luoghi del silenzio: sono l’orto di Sant’Agostino, il giardino del Monastero di Santa Lucia e di Sant’Agata alla Civita e l’affaccio sulla Gravina da cui si accede da un ingresso scavato nella roccia sito in via Cappuccini 5.

“In un’epoca in cui si invecchia in auto e in cui i bambini non alzano piu’ gli occhi al cielo perche’ concentrati ad utilizzare i dispositivi di telefonia mobile – spiega il sindaco Raffaello De Ruggieri – i Luoghi del silenzio sono gusci ecologici in cui e’ possibile ricreare un rapporto organico tra l’uomo e la natura. In questi scenari che Matera puo’ offrire, si puo’ ricostruire un rapporto simbiotico tra le persone e l’ambiente e recuperare forme di spiritualita’ e di umanesimo che oggi sembra che stiano scomparendo”. Il costo complessivo del progetto e’ di 2,5milioni di euro finanziati con risorse della legge 208/2015.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

6 Agosto 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»