Carabiniere ucciso, l’avvocato di Elder: “Richiesti alla Procura di Roma i video della zona”

E' stato "chiesto alla Procura perchè sono uscite indicazioni contrastanti sulla presenza o meno di questi video della banca e della farmacia"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Abbiamo presentato una richiesta ufficiale per l’acquisizione di tutti i video della zona, perché noi crediamo che attraverso il video possa essere fatta chiarezza su cosa sia effettivamente accaduto”. Così l’avvocato Roberto Capra, legale di Finnegan Lee Elder, fuori dall’hotel Le Meridien, a Roma, dove si sono svolti, per poco più di due ore, nuovi sopralluoghi per l’indagine sulla morte del vicebrigadiere dei Carabinieri Mario Cerciello Rega.

“Tutti hanno scritto- ha continuato Capra- che ci sarebbe stata una reazione da parte del nostro cliente” per questa ragione si confida “nel video del momento dell’incontro. È su quello che bisogna fare chiarezza”.

Il video, infatti, è stato “chiesto alla Procura perchè sono uscite indicazioni contrastanti sulla presenza o meno di questi video della banca e della farmacia”, ha continuato il legale.

L’assistito “è chiaramente provato da questa situazione- ha ribadito Capra- Finnegan ha detto già durante l’interrogatorio di aver avuto paura di essere strangolato”.

Oggi è “in corso il sopralluogo della Procura a cui abbiamo ovviamente partecipato, ma non lo ritieniamo importante per capire cosa sia successo. Vorrei fosse chiaro a tutti che i processi li facciamo in Tribunale, e noi stiamo lavorando per quello”, ha concluso.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

6 Agosto 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»