Salvini: “Pronti al voto se il M5S è troppo diverso da noi. Toninelli? Non è all’altezza”

"Tornerò a chiedere il voto degli italiani se dovessi avere la certezza che le strade di Lega e M5S sono ormai troppo diverse"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Io tornerò a chiedere il voto degli italiani se dovessi avere la certezza che le strade di Lega e M5S sono ormai troppo diverse su temi come lavoro, energia, scuola. Per la Lega non ho mai chiesto mezza poltrona in più”. Lo ha detto il ministro dell’interno Matteo Salvini, a Radio 24.

Il vicepremier ha aggiunto: “Non voglio regalare agli italiani altri mesi di litigi, di polemiche, di insulti, sulla Tav abbiamo perso un anno, così sulla giustizia o sull’autonomia”.

“Toninelli- aggiunge Salvini- non mi sembra all’altezza di gestire le infrastrutture di un Paese bello ma difficile come l’Italia”.

Sulla mozione per la Tav “Vediamo che cosa succede. Mi sembra che gli italiani hanno votato in maniera chiara, che i piemontesi hanno votato in maniera strachiara. Anche Conte si è reso conto e mi sembrerebbe assurdo lasciare i lavori a metà”.

LEGGI ANCHE: Tav, crisi o rimpasto? Salvini consegna alle opposizioni il futuro del governo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

6 Agosto 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»