Napoli, il consigliere extracomunitario non parla italiano: dopo le polemiche arriva il traduttore

Mihindukulasurya Fernando Viraj Prasanna era stato aspramente criticato perché non parla italiano.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – Accolta all’unanimità dal Consiglio comunale di Napoli la proposta, messa ai voti dal presidente del Consiglio, Sandro Fucito, di affiancare un traduttore a Mihindukulasurya Fernando Viraj Prasanna, il consigliere comunale aggiunto extracomunitario e originario dello Sri Lanka, aspramente criticato perché non parla italiano.

Prima del via libera del Consiglio, Andrea Santoro di Fratelli d’Italia aveva parlato di “fallimento” a proposito dell’elezione del consigliere aggiunto, criticando in particolare l’assessora alla Trasparenza Alessandra Sardu per aver “parlato di razzismo” quando l’opposizione aveva chiesto di sollevare Viraj dall’incarico.

“L’amministrazione – sosteneva Santoro – ha mal gestito l’elezione che ha registrato scarsa partecipazione, circa mille partecipanti a fronte di 23mila immigrati, escludendo il coinvolgimento del Consiglio comunale e senza aver prima attivato la consulta degli immigrati”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»