Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Venezuela, droni contro Maduro: Colombia nega ogni accusa

Il presidente del Venezuela ha accusato la Colombia e gli Stati Uniti di aver commissionato l'attacco a cui e' sfuggito domenica scorsa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – A poche ore dalla fine del suo mandato, Juan Manuel Santos deve confrontarsi con una crisi diplomatica regionale: il presidente del Venezuela, Nicolas Maduro, ha accusato la Colombia e gli Stati Uniti di aver commissionato l’attacco a cui e’ sfuggito domenica scorsa, in combutta con i movimenti “di estrema destra” dei tre Paesi. Dietro a questo fallito golpe per Maduro “c’e’ Santos”. Il ministero degli Affari esteri colombiano in una nota e’ così intervenuto per smentire “categoricamente” ogni coinvolgimento: “Le accuse del presidente venezuelano contro il presidente Santos sono assurde e prive di senso- si legge nella nota- E’ abitudine del presidente del Venezuela attribuire alla Colombia la responsabilità per qualsiasi problema. Chiediamo il rispetto per il presidente Juan Manuel Santos, per il governo e per il popolo colombiano”. 

Oggi termina ufficialmente il mandato di Santos

Prevista per domani la cerimonia di insediamento del vincitore delle elezioni di maggio, Ivan Duque, che domattina presterà giuramento al Palacio de Narino, a Bogota’. Anche gli Stati Uniti sono intervenuti per negare le dichiarazioni del presidente Maduro: “Posso affermare senza ombra di dubbio che non c’è alcun coinvolgimento del governo degli Stati Uniti in quanto è avvenuto”, ha detto John Bolton, consigliere per la sicurezza nazionale alla Casa Bianca. Domenica, nel corso di una parata militare, dei droni avrebbero rilasciato degli ordigni esplosivi rudimentali nei pressi del palco dal quale Nicolas Maduro stava tenendo un discorso. Secondo la stampa locale, il mandatario e’ rimasto illeso, feriti invece sei membri delle forze armate.

Ti potrebbe interessare:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»