Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Una ‘Cappuccetto rosso’ nel senese, bimba salva la madre vittima di incidente nel bosco

La piccola è uscita dalla macchina mentre la mamma era svenuta ed ha percorso mezzo chilometro di sterrato per cercare aiuto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

carabinieriSIENA – Non credevano ai loro occhi, i Carabinieri del Radiomobile di Siena. Una bimba senese di cinque anni è stata prodigiosa e ha dimostrato una maturità ben superiore a quella prevedibile per l’età.

La storia

Chiamiamo Lorena la piccolina (il nome è di fantasia) e veniamo ai fatti. Ieri sera era andata con sua madre, una trentaseienne insegnante d’inglese, a far visita alla nonna in una cascina dalle parti di Vagliagli. La cena era stata ottima e la nonna si era dimostrata magnifica come sempre. Come nella favola di Cappuccetto rosso, i dintorni della casa della nonna sono davvero poco frequentati e specie a quell’ora è ben difficile incontrare qualcuno. Durante il percorso del rientro, a bordo della propria auto, con la piccina forse non ben assicurata al seggiolone, la mamma ha perso il controllo del mezzo, è uscita dalla sede stradale ed è andata a sbattere contro un albero.

Lupo_Corno alle ScaleMentre la mamma tramortita e sanguinante giaceva sul volante dell’autovettura, la bimba non si è persa d’animo. Dopo aver cercato inutilmente di far rinvenire la mamma, è uscita dall’auto e è andata alla ricerca di aiuto. Nel buio della notte, benché sanguinante da un ginocchio che le doleva, superando l’ancestrale paura del lupo della favola che ben conosceva, Lorena ha percorso cinquecento metri di sterrato e ha raggiunto una casa isolata della quale aveva visto le luci. Ha suonato il campanello e ha sorpreso i proprietari dell’abitazione che certo non si aspettavano la visita di una bambina di cinque anni. Dopo aver ascoltato la piccina piangente, immediatamente hanno chiamato i Carabinieri al 112 e subito dopo il 118. In pochi minuti l’autoradio del NORM dei Carabinieri ha raggiunto la località.

I militari hanno constatato che per qualche motivo la donna era uscita di strada da sola, hanno ascoltato anch’essi il racconto di Lorena e sono rimasti colpiti dalla maturità della piccola che con perfetta padronanza di linguaggio raccontava loro quanto fosse accaduto.

Il post-incidente

In ospedale alle “Scotte” la bimba è stata refertata per tre giorni di prognosi. La sua mamma sta male, ma non è in pericolo di vita. L’emorragia di sangue è stata subito bloccata per merito del coraggio di sua figlia. In ospedale c’era anche il papà di Lorena che aveva portato l’altro figlio al pronto soccorso per un piccolo problema.

Nel frattempo però i Carabinieri, come avviene per ogni incidente stradale con feriti, non hanno potuto esimersi dal richiedere ai sanitari dell’ospedale l’accertamento del tasso alcolemico della conducente del mezzo incidentato. La mamma di Lorena aveva bevuto quella sera e dopo un’ora dall’incidente conservava nel sangue un livello di concentrazione di alcol etilico di 2,25, ben oltre i limiti di legge. Sarà inevitabilmente denunciata per guida in stato di ebbrezza. Poteva andare molto peggio anche alla bambina che comunque ricorderà per sempre questo brutto episodio e forse il merito di aver saputo comportarsi da adulta a soli cinque anni.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»