hamburger menu

Spinse il fidanzato al suicidio: Michelle Carter ispira una serie tv

Arriva su StarzPlay 'The GIRL From Plainville', serie basata sul caso di cronaca che ha sconvolto gli Usa

The girl from plainville MICHELLE CARTER
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Ha sconvolto gli Stati Uniti e ora diventa una serie tv. Dal 10 luglio su StarzPlay, ‘The GIRL From Plainville’ (ri)porta sotto i riflettori uno dei casi di cronaca più eclatanti dell’era digitale: nel 2015 Michelle Carter è stata accusata di omicidio colposo per aver istigato al suicidio il fidanzato Conrad Roy III attraverso oltre mille messaggi di testo.

IL CASO MICHELLE CARTER

I due si sono conosciuti in una gita in Florida. Non sono bastati 60 chilometri di distanza tra le loro case a separarli. Hanno vissuto una relazione virtuale, scandita giornalmente da chiamate ed sms, fino al giorno della morte del ragazzo, che si è suicidato inalando monossido di carbonio. Il true crime – creato dagli showrunner Liz Hannah (‘The Dropout’) e Patrick Macmanus (‘Dr. Death’) – parte dal caso giudiziario per affrontare una riflessione complessa sulla salute mentale, social media, responsabilità, consapevolezza e mondo dei giovani tra crescita e disagi.

THE GIRL FROM PLAINVILLE

“Io sono preoccupato per i miei coetanei e per tutti i giovani. Quello che mi sento di dire a tutti i ragazzi e le ragazze è ‘apritevi l’un l’altro, con i vostri genitori e con tutte le persone che amate”, ha detto Colton Ryan durante l’intervista all’agenzia Dire. “Non so se i social o chi li usa possano cambiare, quello che so è che abbiamo la possibilità di farlo. C’è necessità – ha concluso – di fare una pausa dai social e poi ricominciare a stare su questi spazi online con più consapevolezza”.

Inoltre, questa storia pone l’accento sui confini confusi tra realtà e fantasia. Come si vede in un episodio, Michelle (interpretata da Elle Fanning) ha immaginato la relazione con Conrad (interpretato da Colton Ryan) come quella tra Rachel e Finn, due personaggi dell’amata serie ‘Glee’ di Ryan Murphy. L’epilogo è stata la morte di Finn, nella realtà e poi nella finzione. Stessa sorte per Conrad, ma con modalità diverse.

‘The GIRL From Plainville’ va oltre la copertura mediatica del caso, oltre il processo e le etichette di ‘vittima’ e di ‘carnefice’, provando a restituire al pubblico un ritratto umano di due ragazzi alle prese con la salute mentale. Completano il cast Chloë Sevigny e Cara Buono nei panni delle madri di Roy e Carter, Kai Lennox, Norbert Leo Butz, Kelly AuCoin e Aya Cash.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-07-06T17:00:38+02:00