Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Comunali, Maresca: “Contento dell’adesione del centrodestra al Progetto Napoli”

catello maresca
Il via libera alla sua candidatura a sindaco di Napoli per il centrodestra è stato sancito oggi nel corso di una riunione tra i leader di Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “Sono contento dell’adesione convinta di tutte le forze politiche del centrodestra al Progetto Napoli che da settimane vado propugnando in giro per una città sempre più sofferente ma con una grande voglia di riscatto dopo oltre 30 anni di governo di sinistra. E sono felice del fatto che si sia discusso di programmi e non di persone, simboli e ideologie”. Così Catello Maresca, commentando il via libera alla sua candidatura a sindaco di Napoli per il centrodestra sancito oggi nel corso di una riunione tra i leader di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia.

LEGGI ANCHE: Fumata bianca per il centrodestra alle comunali: Bernardo a Milano, Maresca a Napoli

“Questa concretezza dei leader del centrodestra – sottolinea – mi dà la convinzione che ora sia davvero possibile cambiare il destino di Napoli, da troppo tempo usata dalla sinistra come camera di compensazione e bilanciamento di posizioni di potere romane. Attorno al programma con cui ci occupiamo in maniera seria e qualificata di rigenerazione urbana, di riqualificazione del centro storico, restituzione di Bagnoli ai napoletani, Napoli Est, lavoro, sicurezza, degrado urbano, questione ambientale e altre emergenze storiche da risolvere, potrà nascere entro pochi anni una città nuova”. 

“L’AVVERSARIO DA BATTERE È IL CENTROSINISTRA”

“L’avversario da battere – sottolinea Maresca – è sempre il centrosinistra che ha governato Napoli negli ultimi 35 anni. Quelli che non hanno mosso un dito mentre questa città perdeva credibilità, scadeva in qualità dei servizi e i suoi servizi pubblici diventavano da quarto mondo”. “Con il Progetto Napoli – prosegue – questa città sarà capace di riproporsi sullo scacchiere italiano e internazionale come capitale culturale ed economica del Mediterraneo, un ruolo che ha sempre recitato in passato e che tornerà a recitare perchè il destino di Napoli è quello di ridiventare baricentro del Paese e risorsa primaria per il riscatto del Sud. Io ero e resto in pista per amore della mia città, per la terra in cui sono nato, dove vorrei crescessero i miei figli. Ho servito il Paese nella giustizia, vorrei poter essere utile anche a far rinascere Napoli”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»