Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Politico Parlamentare, edizione del 6 luglio 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

DDL ZAN, SALTA LA MODIFICA ORA LA CONTA

Nessun accordo sulle modifiche al ddl Zan che a questo punto, a meno di sorprese, potrebbe subire una battuta d’arresto. L’aula del Senato vota la calendarizzazione del provvedimento per il 13 luglio. I numeri sono inclementi con il testo di legge presentato dal Pd e sostenuto dal centrosinistra. Spetta a Renzi ora, decidere se sostenere il testo e consentirne l’approvazione, oppure mantenere i propri emendamenti e decretarne la modifica consentendo al centrodestra di convergere. Sulla base della navetta parlamentare, il testo dopo la modifica tornerebbe alla Camera.

BANKITALIA: ECONOMIA ITALIANA CRESCE MEGLIO DEL PREVISTO

In Italia si sta consolidando la ripresa economica”. Lo ha confermato oggi il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco durante l’assemblea annuale Abi. Secondo Visco, grazie al buon andamento della campagna di vaccinazioni e al miglioramento del quadro sanitario, “il Pil potrebbe toccare valori intorno al 5%”, nel secondo semestre del 2021 “consentendo un recupero di oltre metà della caduta del prodotto registrata nel 2020”. Tesi confermata anche dal titolare del Mef, Daniele Franco secondo il quale, la crescita prospettata dal governatore di Bankitalia “appare raggiungibile”. Tuttavia, sempre secondo Visco, “l’incertezza resta elevata”. I ritardi nell’attuazione delle misure di rilancio previste dal Pnrr “potrebbero indebolire, le prospettive sull’occupazione”.

PIANO DI RIPRESA, BRUNETTA: L’ITALIA TORNA SIMPATICA

“L’Italia è tornata ‘simpatica’, piace agli investitori”. A dirlo il ministro per la Semplificazione e la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, intervenendo a ‘Cantiere Innovazione/ Per una pubblica amministrazione semplice e veloce’, il forum ideato dal Gruppo Maggioli che si e’ tenuto presso il Cnel. Insieme ai primi 25 miliardi di euro del PNRR sui nostri mercati stanno tornando capitali stranieri, spiega il ministro. La segretaria generale dell’Anci Veronica Nicotra sottolinea la necessita’ di eliminare molti adempimenti burocratici in modo che la Pa possa rispondere in termini rapidi riducendo i costi. Per Amalia Maggioli consigliere delegato del Gruppo omonimo, la spinta maggiore verso la sburocratizzazione arriva dal basso. “Una delle cause scatenanti – spiega – e’ stato quest’anno e mezzo di pandemia, perché quando la vita diventa complicata non si ha più voglia di ulteriori complicazioni”.

DOMANI LA PROTESTA DEI SINDACI, LAMORGESE IN CAMPO

I sindaci di tutta Italia e di ogni colore politico si mobilitano. Domani la protesta a Roma per chiedere al Governo e al Parlamento di rivedere le norme sull’abuso d’ufficio dopo il caso dell’avviso di garanzia alla sindaca di Crema per un incidente avvenuto a un bimbo a scuola. La ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, intervenendo alla presentazione di un libro sulle donne sindaco, promette che la norma sulla responsabilità dei primi cittadini sara’ rivista. “Ma non sara’ uno scudo penale”, precisa la titolare del Viminale. Tutelerà chi porta la fascia tricolore da situazioni che non dipendono dalla loro vigilanza diretta.

SUMMIT W 20, PUNTARE SUL PROTAGONISMO FEMMINILE

Cambiare strategia sulla questione femminile passando da un approccio di inclusione, che di solito si riserva alle minoranze, a un approccio di empowerment che punti sul protagonismo a tutto tondo delle donne. E’ quanto auspica Linda Laura Sabbadini, chair del W20, presentando alla Camera dei Deputati il summit sulla parità di genere in programma a Roma dal 13 al 15 luglio. Le fa eco la vicepresidente della Camera Maria Edera Spadoni. ‘Un Paese con meno discriminazione – dice – è un Paese migliore con un Pil e una produttività più alti’. Al summit saranno presenti tante figure internazionali e istituzionali, tra cui la presidente del Senato Elisabetta Casellati.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»