Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Violenza donne, Fanuli (Lega Lazio): “Applicare bene e più velocemente le leggi”

violenza-donne
L'intervista a Eloisa Fanuli, dirigente della Lega nel Lazio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Sono sempre di più i casi che riescono a venire alla luce. I media hanno aiutato in tal senso. Il Covid ha portato a un incremento di violenza, da quella verbale alla psicologica, a quella fisica. La burocrazia, nonostante le leggi ad hoc, è da rivedere e snellire. Le donne denunciano, ma purtroppo quando il carnefice è ‘il compagno’ con il quale si vive viene spesso trattata come conflitto. Le carte giacciono nei tribunali per tanto tempo”. Eloisa Fanuli, dirigente della Lega Lazio, intervistata alla Dire, ha evidenziato una criticità sull’applicazione della legge rispetto alla violenza sulle donne, partendo dal dato che ha visto un incremento della violenza domestica e dei femminicidi durante la pandemia. “Bisogna applicare bene le norme che esistono, in maniera più veloce” ha sottolineato la dirigente della Lega Lazio, che ha voluto ricordare anche la gravità della “violenza psicologica di cui tante donne sono vittime” ha concluso.

LEGGI ANCHE: Fanuli (Lega Lazio): “Videocamere contro violenze nelle scuole e strutture per anziani”

Migranti, Fanuli (Lega): “Ue è sovranista e Italia subisce, il problema è l’assenza di regole”

Ddl Zan, Fanuli (Lega): “Disarmante che la sinistra si occupi di questo”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»