Alex Zanardi, cinque ore sotto i ferri per la ricostruzione cranio-facciale

L'operazione si è svolta all'ospedale di Siena con l'ausilio di "tecnologie digitali ad hoc per il paziente"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Nuova operazione per Alex Zanardi. L’atleta bolognese, ricoverato all’ospedale Le Scotte di Siena, è stato sottoposto a un nuovo intervento chirurgico di quasi cinque ore per la ricostruzione cranio-facciale e la stabilizzazione delle zone interessate dal trauma dell’incidente accaduto lo scorso 19 giugno.

LEGGI ANCHE: Alex Zanardi in condizioni “gravissime”: in corso delicato intervento di neurochirurgia

Al termine dell’intervento condotto dai professionisti della equipe maxillo-facciale e di neurochirurgia, Zanardi è tornato in terapia intensiva, dove resta intubato e sedato, in prognosi riservata. “Le fratture – spiega Paolo Gennaro, direttore della unità operativa Chirurgia maxillo-facciale di Siena – erano complesse. Questo ha richiesto un’accurata programmazione che si è avvalsa di tecnologie computerizzate, digitali e tridimensionali, fatte a misura del paziente”.

La complessità del caso, rileva, “era piuttosto singolare, anche se – precisa – si tratta di una tipologia di frattura che nel nostro centro affrontiamo in maniera routinaria”. Le condizioni di Zanardi rimangono stabili dal punto di vista cardio-respiratorio e metabolico, mentre si mantengono gravi dal punto di vista neurologico.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

6 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»