La presidente di Ama scrive ai dipendenti: “Sfida ardua ripulire Roma, vi chiedo uno sforzo”

"Abbiamo pochi giorni e, per alcune attività, pochissime ore per ottemperare alle prescrizioni ultimative che ci vengono imposte"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “La sfida è ardua, ma la differenza tra vincere e perdere sta proprio in quel ‘noi’ di cui abbiamo parlato lo scorso 20 giugno. Quel ‘noi’ che mi ha convinta ad accettare questo incarico e per il quale mi batto ogni giorno con determinazione“. E’ un passaggio della lettera che la presidente di Ama, Luisa Melara, ha indirizzato ai dipendenti dell’azienda di raccolta rifiuti di Roma, in seguito all’ordinanza firmata dalla Regione Lazio per risolvere l’emergenza della Capitale. Un documento in cui Melara invoca “collaborazione”. “Abbiamo pochi giorni e, per alcune attività, pochissime ore per ottemperare alle prescrizioni ultimative che ci vengono imposte”. Da qui l’appello di Melara ai dipendenti. “Chiedo a ciascuno di voi, che già lavora in circostanze difficili, uno sforzo in più, un sacrificio di tempo e fatica, per superare l’emergenza e costruire insieme l’azienda che vogliamo. Vi ringrazio di cuore”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

6 Luglio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»