hamburger menu

Treno deragliato a Roma, Fs: “Entro mercoledì la circolazione tornerà normale”

Dopo l'incidente dello scorso 3 giugno nei pressi di Roma Prenestina, l'obiettivo è garantire la regolare circolazione dei treni alta velocità e regionali entro la serata di mercoledì 8 giugno

treno_deragliato_roma_prenestina_serenissima_3

ROMA – Proseguono senza sosta e con turni distribuiti su tutta la giornata le attività di ripristino sul tratto di linea ad alta velocità Roma-Napoli, nei pressi di Roma Prenestina. L’obiettivo è garantire nel più breve tempo possibile, entro la serata di mercoledì 8 giugno, la regolare circolazione dei treni alta velocità e dei Regionali a seguito dello svio dello scorso 3 giugno. Anche domani 7 giugno, come oggi 6 giugno, sono state adottate modifiche al programma di circolazione dei treni, alta velocità e Regionali, in Lazio e Campania.

Inoltre, sono programmate alcune modifiche ai collegamenti regionali veloci fra Roma e Abruzzo, Umbria e Marche. Rispetto a quella programmata nella giornata di oggi, l’offerta subirà leggere integrazioni su alcune linee regionali nell’ottica continua di minimizzare le inevitabili ripercussioni, con un’attenzione particolare alla mobilità dei pendolari. Maggiori dettagli nelle stazioni e sui canali informativi di Rfi e Trenitalia. Potenziata l’assistenza nelle principali stazioni. Lo comunica il Gruppo Ferrovie dello Stato.

TRENI REGIONALI LAZIO

I treni regionali nel Lazio possono subire variazioni, cancellazioni e limitazioni di percorso con possibili ritardi. Questi i collegamenti interessati dalle modifiche:

FL1 Orte-Roma-Fiumicino: regolari i collegamenti, dalle ore 15 è previsto un cadenzamento ogni 30 minuti fra Roma Ostiense e Orte. I regionali veloci percorrono la linea convenzionale con fermate straordinarie a Fara Sabina e Monterotondo.

FL2 Pescara-Avezzano-Roma: ripristinata progressivamente nel corso della mattinata del 6 giugno l’offerta regionale con possibili ritardi. I treni saranno attestati a Roma Tiburtina.

FL4 Roma-Frascati/Albano/Velletri: i collegamenti Roma – Velletri sono confermati, cancellati i collegamenti fra Velletri e Roma Tiburtina. I collegamenti fra Roma e Frascati/Albano sono limitati a Ciampino. Per la giornata del 7 giugno è previsto un ulteriore rinforzo nella fascia pendolare mattutina.

FL6 Roma-Cassino: garantiti i treni fra Roma e Cassino mentre sono cancellati i collegamenti fra Roma e Frosinone/Colleferro.

FL7 Roma-Latina-Formia: i collegamenti Napoli-Formia-Roma sono confermati. Cancellate le corse fra Latina e Roma. Per la giornata del 7 giugno è previsto un ulteriore rinforzo nella fascia pendolare mattutina.

FL8 Roma-Nettuno: nelle fasce pendolari del mattino garantito un treno ogni ora fra Nettuno e Roma; nelle altre fasce orarie i collegamenti saranno garantiti fra Nettuno e Campoleone, dove il proseguimento del viaggio sarà possibile con l’interscambio dei treni della linea via Formia. Inoltre, alcuni treni Intercity effettuano la fermata straordinaria anche a Campoleone.

TRENI REGIONALI CAMPANIA

I treni regionali in Campania possono subire variazioni, cancellazioni e limitazioni di percorso con possibili ritardi. Questi i collegamenti interessati dalle modifiche:
Napoli – Villa Literno – Caserta: 20 treni cancellati;
Napoli – Salerno via Monte del Vesuvio: due treni cancellati;
Napoli – Roma Tiburtina via Formia: quattro treni cancellati.

TRENI REGIONALI ABRUZZO

FL2 Pescara-Avezzano-Roma: ripristinata progressivamente nel corso della mattinata del 6 giugno l’offerta regionale con possibili ritardi. I treni saranno attestati a Roma Tiburtina.

TRENI REGIONALI UMBRIA/MARCHE

I regionali veloci fra Roma, Umbria e Marche possono subire variazioni, cancellazioni e limitazioni di percorso con possibili ritardi. Questi i collegamenti interessati dalle modifiche: Roma-Perugia/Ancona: regolare la circolazione dei treni nelle fasce pendolari mattutine. Nelle fasce successive i regionali veloci percorrono la linea convenzionale.

TRENI REGIONALI TOSCANA

I regionali veloci fra Roma e Toscana possono subire variazioni, cancellazioni e limitazioni di percorso con ritardi. Questi i collegamenti interessati dalle modifiche:
Roma – Firenze: regolare la circolazione dei treni nelle fasce pendolari mattutine. Nelle fasce successive i regionali veloci percorrono la linea convenzionale.

TRENI ALTA VELOCITÀ

Il programma dei treni alta velocità prevede cancellazioni e deviazioni di percorso. Circolerà circa l’80% dell’offerta AV programmata fra Roma e Napoli. Nel dettaglio, i treni percorrono le linee convenzionali Napoli -Roma via Formia o via Cassino con aumento dei tempi di viaggio fra 60 e 90 minuti. Inoltre, i treni deviati via Formia fermano a Napoli Centrale e Roma Tiburtina; quelli via Cassino fermano a Napoli Afragola e Roma Termini. È attivo servizio di bus navetta di Trenitalia fra Napoli Afragola e Napoli Centrale e fra Roma Termini e Roma Tiburtina. Potenziata l’assistenza nelle principali stazioni. Su trenitalia.com è possibile consultare il dettaglio dei treni cancellati o deviati. I passeggeri sono informati via mail e sms.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-06-07T12:18:41+02:00

Ti potrebbe interessare: