Francia, paura a Notre Dame: aggredisce poliziotto con martello, neutralizzato

900 turisti rimasti bloccati all'interno della cattedrale: illesi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print


ROMA – Una aggressione ai danni delle forze dell’ordine ha avuto luogo questo pomeriggio, intorno alle 16.40, davanti la cattedrale di Notre Dame a Parigi. Secondo le informazioni diffuse dai media francesi, un uomo avrebbe tentato di colpire con un martello le guardie di sicurezza all’ingresso della cattedrale. Un poliziotto sarebbe quindi intervenuto utilizzando la sua pistola e ferendo al petto l’aggressore con almeno un colpo di pistola: secondo il giornale Le Figaro, le sue condizioni sono gravi.

La zona, che si trova nel cuore turistico di Parigi, è stata immediatamente bloccata. In salvo i circa 900 turisti presenti all’interno della cattedrale: secondo testimoni, la polizia li avrebbe fatti sedere sulle panche della navata e, dopo aver ordinato il ‘mani in alto’, avrebbe cercato eventuali complici dell’aggressore prima di farli defluire dalla cattedrale.

Arrivano intanto le prime informazioni sull’aggressore: secondo alcuni media francesi si tratterebbe di una persona origini algerine, residente nella Val d’Oise, poco fuori Parigi.

La cattedrale di Notre Dame era già sotto osservazione da parte dell’antiterrorismo. Nel settembre 2016, le autorità francesi avevano infatti smantellato un commando composto da donne jihadiste provenienti dalla Siria che progettavano un attentato con un’autobomba nei pressi della cattedrale.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»