Alta tensione tra Francia e Regno Unito, Londra invia due navi militari nella Manica

navi da guerra inglesi
Due cannoniere della Royal Navy schierate al largo dell'isola di Jersey per una disputa relativa ai permessi di pesca
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Di Alessio Pisanò

BRUXELLES – Due navi della Royal Navy hanno iniziato a pattugliare le acque al largo dell’isola di Jersey, su richiesta del primo ministro Boris Johnson, a seguito dei crescenti diverbi tra il Regno Unito e la Francia sui diritti della pesca nella Manica.

I pescatori francesi lamentano difficoltà nell’ottenere le licenze necessarie per la pesca in acque britanniche. In una lettera inviata martedi’, la Commissione europea aveva ricordato al governo britannico che “in base ai termini dell’accordo commerciale e di cooperazione” siglato tra Ue e Regno Unito lo scorso anno, “il Regno Unito avrebbe dovuto avvisare Bruxelles in anticipo di eventuali condizioni aggiuntive legate all’ottenimento delle licenze”. Si legge inoltre che “tali requisiti dovrebbero essere basati sulla scienza e non discriminatori”.

Nei giorni scorsi, il governo francese aveva minacciato Londra di interrompere la fornitura di energia elettrica all’isola, dopo che erano stati negati oltre 60 permessi di pesca a imbarcazioni provenienti dalla Normandia.

Bruxelles ha la possibilità di aprire procedure formali di risoluzione delle controversie con il Regno Unito secondo i termini dell’accordo commerciale, qualora l’Ue ritenesse che il Regno Unito stesse violando lo spirito dell’accordo.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»