Coronavirus, Rimini avverte: “Basta idiozie sulle spiagge, dignità anche per il turismo”

Il sindaco di Rimini sbotta: "Basta boutade, gettate lì per alimentare dibattiti grotteschi. Il turismo merita dignità come tutti gli altri settori". E annuncia tra pochi giorni protocolli sicuri
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

RIMINI – Termoscanner all’entrata, autocertificazione di non essere positivo, ombrelloni a 10 metri l’uno dall’altro. Le anticipazioni lette oggi sul ‘Corriere della Sera’ sulle possibili misure e protocolli su cui si lavora per il turismo balneare, fanno inviperire il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi. “Basta sciocchezze. Basta boutade, gettate lì per alimentare dibattiti grotteschi– replica- chiediamo la stessa serietà che stiamo percorrendo in questi difficili momenti qui in Romagna”.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, Riccione vuole aprire la stagione l’1 giugno

“TRA POCHI GIORNI SAREMO PRONTI CON I PROTOCOLLI”

gnassi

Andrea Gnassi

Il turismo, rimarca, è il settore “più colpito oggi e domani”, ma “se ad andare in crisi sono la meccanica, il tessile, la siderurgia si muove il mondo”. Dunque, “il governo chiarisca definitivamente”. Si andrà in spiaggia con “termometro sotto l’ascella, termoscanner ad ogni angolo”, tra box doccia ambulanti e cabina di plexiglas?”, si chiede il sindaco puntando il dito contro “banalizzazione” e “irresponsabilità”.

Entro pochi giorni, annuncia, “saremo pronti con i protocolli e le modalità per fare le vacanze in piena sicurezza, in luoghi sanificati e sicuri”. La ricetta passa per “sostegno ai Comuni ad alta vocazione turistica, liquidità alle imprese oggi, protocolli sostenibili e sicuri entro metà maggio. Poi si apre”. Per il resto, conclude Gnassi, “evitiamo altre idiozie. E si tratti il turismo in modo serio almeno con la dignità di tutti gli altri comparti industriali del Paese. Non abusate della nostra pazienza”.

LEGGI ANCHE: VIDEO | ‘Together’, a Cesenatico 301 lettini sulla spiaggia pensando alla riapertura

“DELIVERY SOTTO L’OMBRELLONE E IGIENIZZAZIONE”

Proprio stamane peraltro, a Mattino 5, il sindaco ha annunciato che “entro 15 giorni saranno pronti i protocolli, le linee guida sulla spiaggia sicura. Saremo la spiaggia della ‘Dolce vita sicura’ con protocolli, igienizzazioni, distanziamento“. Gnassi ha poi ricordato che le spiagge saranno aperte dall’alba a mezzanotte giocando “sul tempo e sullo spazio” e col delivery sotto l’ombrellone.

LEGGI ANCHE: Il Comune di Rimini e i bagnini stroncano il box di plexiglass in spiaggia: “È una fake news”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

6 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»