Sanità, Istat: “Over 60 quasi quattro medici su dieci”

L'eta' media dei dipendenti a tempo indeterminato del Servizio Sanitario Nazionale e' pari a 52,3 anni per gli uomini e a 49,9 anni per le donne
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Il personale sanitario in Italia è sempre più anziano, con un’età superiore ai 60 anni per quattro medici su 10, mentre il blocco del tourn over non ha permesso il ricambio generazionale necessario. E’ questa la fotografia fatta dall’Istat sullo stato della sanità in Italia.

I dirigenti nella sanita’ – medici e non – sono piu’ anziani soprattutto tra gli uomini: il 60,4% dei dirigenti medici ha piu’ di 55 anni e il 38% supera i 60. L’eta’ media dei dipendenti a tempo indeterminato del Servizio Sanitario Nazionale e’ pari a 52,3 anni per gli uomini e a 49,9 anni per le donne.

A partire dal 2009 gli occupati a tempo indeterminato si sono progressivamente ridotti. Nel 2018, se ne contano circa 44 mila in meno (da 694 mila a 650 mila), sottolinea l’Istituto di statistica.

La contrazione del personale stabile e’ stata del 5,4% tra i medici (inclusi odontoiatri e veterinari). Solo un quarto delle cessazioni e’ stato compensato dalla crescita del lavoro flessibile (+26%).

Al 31 dicembre 2018, sono occupati nella sanita’ pubblica circa 650 mila dipendenti a tempo indeterminato, un quinto del personale stabilmente assunto nella pubblica amministrazione.

La retribuzione lorda annua media pro capite nel comparto della sanita’ risulta di quasi 83 mila euro per i medici, di 73 mila euro per i dirigenti non medici e di 31 mila euro per il personale non dirigente.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

6 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»