VIDEO | Coronavirus, Caporal Maggiore Scelto Giada: “La gente chiede quando finirà”

SPECIALE DONNE IN ARMI | Intervista alla soldatessa della brigata sassari impegnata in 'Strade sicure' a Roma
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Piazza della Repubblica, a Roma, in un primo pomeriggio di giorno feriale non e’ piu’ la stessa. Serrande abbassate, pochissime macchine, nessun brusio. “E’ molto strano il deserto, la desolazione che si vede a Roma in questo periodo. Le persone ci ringraziano e ci chiedono quando finira’”. A parlare del suo impiego in ‘Strade Sicure’, dell’incontro con i pochi che passano da quelle parti, e’ Giada Piras, Caporal Maggiore Scelto, di base al “152mo, alla Brigata Sassari”, che “da dicembre 2019 e fino a giugno” e’ coinvolta nell’operazione che vede l’Esercito italiano e le Forze dell’Ordine insieme “per il controllo del territorio”. Un presidio che “soprattutto ora” Giada definisce “intenso”, di particolare importanza nello scambio e nelle rassicurazioni che i cittadini chiedono. “Mi sono arruolata nel 2009- ha ricordato il Caporal Maggiore Scelto alla Dire- perche’ l’Esercito era il mio sogno fin da bambina”. Decisa e determinata non ha nascosto la sua paura per il rischio di contagio: “Paura del Covid ovviamente si’- ha detto- ma cerchiamo di tenergli testa”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

6 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»