VIDEO | Il Parco Nemorense a Roma è ancora chiuso: i lavori non sono mai ripresi

Fabiano (II Municipio): "Abbiamo scritto due volte al Comune, vogliamo date certe. C'è ancora tanto da fare"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Erba alta, panchine rotte, viali trasformati in depositi di sterpaglie, inferriate vandalizzate e scritte ovunque. Così appare oggi il Parco Nemorense, la storica area verde del quartiere Trieste, a Roma, chiusa dallo scorso 11 novembre per lavori di riqualificazione attraverso un progetto da 400 mila euro del Dipartimento Tutela Ambiente del Comune. Nei fatti i lavori non si sono mai svolti con regolarità. Prima la lentezza nel farli partire dopo l’assegnazione della gara. Poi la scoperta, lo scorso 27 dicembre, del raid vandalico ai danni del chiosco Barikamà, gestito da una cooperativa di cittadini migranti, diventato nel tempo un punto di aggregazione per il territorio. Infine l’emergenza Covid, che ha bloccato la prosecuzione degli interventi di manutenzione. Il risultato è che il parco – che all’origine doveva essere riaperto questa settimana – è chiuso e in condizioni pessime.

parco nemorense“Il giorno prima del lockdown- racconta all’agenzia Dire Rino Fabiano, assessore all’Ambiente del II Municipio– c’è stata una riunione sul posto con il direttore del Dipartimento Tutela Ambiente, Guido Calzia, i responsabili della ditta dei lavori, i gestori del chiosco e alcuni residenti di zona, ed era stato deciso di accelerare i tempi. La ditta si era impegnata a riaprire il Parco entro i primi di maggio. Poi è arrivato il lockdown”.

Ora che si è entrati nella fase 2 dell’emergenza, però, i lavori non sono ripresi. “Il decreto del governo ha dichiarato lo sblocco dei cantieri dal 4 maggio, ma al Parco Nemorense non si è visto nessuno- sottolinea Fabiano- Per questo io e il presidente della commissione Ambiente, Andrea Rollin, abbiamo mandato due note al direttore Calzia e all’assessore alle Politiche del Verde del Comune di Roma, Laura Fiorini, per conoscere l’effettiva data di ripresa dei lavori. Il Municipio ha poteri di controllo e di indirizzo, con questa seconda lettera siamo stati istituzionalmente corretti”.

Secondo Fabiano, che è in contatto anche con i comitati di zona, molto attivi poiché il parco Nemorense è tradizionalmente uno degli spazi verdi più vissuti dai residenti, il rischio è che non si riesca a godere del parco entro l’estate. “Il grosso dei lavori sono stati compiuti- conclude Fabiano- ma bisogna sistemare la pavimentazione dei viali e riportare il decoro nel Parco. Insomma, ancora c’è da fare”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

6 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»