Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

VIDEO | I numeri dei migranti diventano una tombola

A Bologna la serata Cefa. L'evento sarà condotto da Patrizio Roversi, che insieme ad un esperto approfondirà, ad ogni estrazione, le diverse storie raccontate
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Potrebbe uscire il numero ‘6’, e ricordare così la cifra di 6.000 euro che i migranti devono sborsare per salire sui barconi e attraversare il Mediterraneo. Oppure potrebbe essere sorteggiato l”11′, il numero che ricorda le ore di lavoro al giorno di 50.000 bambini impiegati in alcuni tunnel nel Congo per estrarre un prezioso materiale indispensabile per i circuiti degli smartphone. O magari l”8′, come otto sono i miliardi di contributi versati all’Inps dai lavoratori immigrati. Insomma, per ogni numero c’è un significato speciale, una ‘storia’. Le regole base sono quelle della vecchia tombola, ma questa appunto è particolare: ci si puà giocare domani sera, dalle 20.30 al teatro Bellinzona, a Bologna, dove Cefa Onlus organizza un momento di riflessione, di spettacolo e di gioco sui temi dell’inclusione e delle migrazioni: una tombola-spettacolo in cui ognuno dei numeri estratti sarà un pretesto per scoprire dati, storie e fatti sul tema delle migrazioni, della multiculturalità e dell’inclusione sociale”.

L’evento sarà condotto da Patrizio Roversi, giornalista e divulgatore, che insieme ad un esperto Cefa approfondirà, ad ogni estrazione, le diverse storie raccontate anche con l’aiuto di un breve video. E, ovviamente, come in ogni tombola non mancheranno i premi.

 

E su Youtube lo stesso Roversi lancia l’iniziativa proprio a partire da uno dei brevi video che trasformano un numero in un ‘momento di consapevolezza’: in Italia la percentuale di migranti in rapporto alla popolazione sta tra il 7% e il 9%, ma la percezione degli italiani è che gli immigrati siano il 24. Dunque, “numero estratto: 24”.

Di tombole a tema se ne sono già fatte: una sull’energia, una sulla salute, sugli anziani e sull’acqua. “Ora gli operatori del Cefa e di altre organizzazioni propongono questa per trasmettere contenuti, numeri e informazioni sul grande tema dell’immigrazione”. E’ un argomento su cui “se ne dicono tante e ci sono tanti luoghi comuni. Ognuno- continua Patrizio Roversi nel video- può avere il proprio parere, ma almeno partiamo dai dati”. Molti di questi dati sono stati abbinati a dei numeri da estrarre nell’ambito dell’incontro con gli studenti che ci hanno ‘lavorato’ assieme ad operatori della ong: a Bologna, Verona, Napoli e Palermo. E dopo Bologna, la tombola sulle migrazioni si ripeterà l’11 maggio a Termini Imerese, il 27 a Verona e il 28 a Napoli. L’ingresso alla tombola di domani sera è libero; per saperne di più c’è anche un sito www.facciamotombola.it. Per tutta la serata sarà possibile contribuire all’autofinanziamento dei ragazzi del Clan Delta – Gruppo scout Agesci Bologna 16 per sostenere la loro route estiva 2019 in Terra Santa. L’evento è realizzato all’interno del progetto AID011350 e finanziato da Agenzia italiana cooperazione allo sviluppo e gode del patrocinio del Comune di Bologna.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»