Papa Francesco: “Chiamare madre una bomba? Mi sono vergognato”

Lo ha detto agli studenti, in Vaticano, parlando della 'superbomba' sganciata dagli Usa in Afghanistan
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Le bombe colpiscono “un ospedale, una scuola, dove ci sono i malati, i bambini. Poi, non so, io mi sono vergognato del nome di una bomba: l’hanno chiamata ‘la madre di tutte le bombe’. Ma la mamma dà vita, questa dà morte. E diciamo ‘mamma’ a quell’apparecchio? Che cosa sta succedendo?”. Lo ha detto Papa Francesco, agli studenti partecipanti all’Incontro promosso dal Coordinamento Nazionale Enti Locali per la pace e i diritti umani, in Vaticano, parlando della ‘superbomba’ sganciata dagli Usa in Afghanistan.

“C’è gente buona, ci sono cose buone nel mondo che non si vedono; ma il mondo è in guerra. Dite la parola voi, che siete la scuola della pace: dite: ‘Il mondo è in guerra’”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»