A Cerveteri, in stazione arrivano due murales dedicati al mare e agli Etruschi

ROMA - Cambierà volto la stazione Fs di Marina
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

?

ROMA – Cambierà volto la stazione Fs di Marina di Cerveteri. L’amministrazione comunale ha infatti recepito la proposta fatta da un gruppo di artisti del territorio coinvolgendo la società ferroviaria Rfi, che ha voluto immediatamente sostenere il progetto. Tra oggi e domani i writer riqualificheranno e valorizzeranno i locali della stazione ferroviaria realizzando due graffiti decorativi nei locali del sottopassaggio. I murales saranno dedicati a due dei temi molto caratterizzanti del territorio di Cerveteri, il mare e l’archeologia etrusca. Gli artisti, che hanno lavorato in autonomia alla preparazione dei progetti grafici, lavoreranno nelle ore di chiusura della stazione, quindi non ci sarà alcun disagio per i viaggiatori.

?

Cominceranno a dipingere stasera alle 20.30 e completeranno le opere entro il fine settimana. Soddisfatto il commento del sindaco di Cerveteri, Alessio Pascucci: “Grazie a questi ragazzi la nostra stazione sarà più bella e più caratterizzante. In tutta Europa si utilizza da anni l’arte muraria per valorizzare gli spazi urbani, e siamo felici che Marina di Cerveteri sia stata scelta come prima stazione ferroviaria della nostra linea ad ospitare un progetto simile. Stiamo pensando già ad altri murales da realizzare sulle pareti della nostra città. Abbiamo individuato un’area su cui ci piacerebbe realizzare un’opera dedicata alla memoria delle vittime della mafia. L’arte è sempre veicolo di un messaggio”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»