A Trieste colpo di coda dell’inverno: neve e vento di Bora

trieste neve maltempo
Temperature in picchiata e rischio ghiaccio sulle strade, ma la situazione sarà in miglioramento già da domani
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

TRIESTE – Colpo di coda dell’inverno a Trieste, che questa mattina si è ritrovata imbiancata. I fiocchi sono scesi sull’altopiano carsico, con qualche breve precipitazione nevosa anche nel centro cittadino. Temperature in picchiata per l’arrivo di un marcato fronte freddo dal nord Europa, come anticipato nei giorni scorsi dall’Osmer, l’osservatorio meteorologico regionale, e anche dalla Protezione Civile che aveva diramato l’allerta meteo. Cittadini quindi avvertiti e pronti allo scenario invernale, che avrà breve durata, con valori sotto lo zero sulle alture della città oggi, in risalita già da domani.

Sulla costa, al momento, soffiano gelide raffiche di bora, che nel pomeriggio potrebbero intensificarsi, superando i 100 chilometri all’ora. Il rischio è la formazione di ghiaccio al suolo, in particolare nelle zone dove questa mattina è caduta la neve. Comune di Trieste e Polizia Locale, attraverso i canali social, invitano le persone a prestare attenzione soprattutto alla guida, considerando la possibilità di tratti scivolosi. Gli esperti dell’Osmer prevedono un miglioramento dalla mattinata di domani.

LEGGI ANCHE: Maltempo, in arrivo venti di burrasca da Nord a Sud

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»