Scuole chiuse e coprifuoco alle 17 per gli under 16 ad Alberobello

scuola napoli
Per i ragazzi didattica a distanza fino al 13 aprile e divieto di uscire oltre l'orario consentito se non accompagnati da un genitore o un adulto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BARI – Resteranno chiuse da domani e fino al prossimo 13 aprile le scuole ad Alberobello (Bari). È quanto prevede una ordinanza firmata dal sindaco Michele Longo. Il provvedimento dispone “la sospensione di tutte le attività didattiche in presenza in tutte le scuole di ogni ordine e grado del territorio comunale, comprese le paritarie. Tutte le attività didattiche, nessuna esclusa, anche se rivolte agli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, al solo scopo di tutelarne il bene primario della salute”.

Nell’ordinanza sono resi noti i dati (aggiornati al 2 aprile scorso) relativi ai contagi nelle due scuole della città: l’istituto comprensivo Morea e l’istituto superiore Caramia. I docenti positivi sono sei, otto quelli in quarantena. Sono 32 gli studenti contagiati e 47 in isolamento fiduciario. Nel documento si spiega che è “accertato che le misure di contenimento del virus a livello locale, inclusa la chiusura delle scuole, seppure lentamente stanno producendo un rallentamento nella diffusione dei contagi sul territorio comunale”. L’ordinanza dispone anche che gli under 16 dalle 17 alle 7 del giorno successivo “non potranno muoversi sul territorio comunale se non accompagnati da un genitore o un familiare maggiorenne”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»