Bonifiche, Cantone: “A Bagnoli operazione difficile”

Il caso di Bagnoli è legato al protocollo d’intesa - ormai pronto - che affiderebbe all’Autorità anticorruzione il controllo di tutte le gare d'appalto, a partire da quelle finalizzate alla bonifica
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

bagnoli

ROMA – “Io credo che (l’operazione di Bagnoli) sia molto difficile”. Intervistato a Mix24 di Giovanni Minoli su Radio 24, il presidente dell’Anac, Raffaele Cantone, risponde così alla domanda sul caso di Bagnoli, legato al protocollo d’intesa – ormai pronto – che affiderebbe all’Autorità anticorruzione il controllo di tutte le gare d’appalto, a partire da quelle finalizzate alla bonifica. L’operazione Bagnoli verrebbe presa dall’inizio, quindi sarebbe “più facile”.

A questo commento di Minoli Cantone risponde: “Sì, certamente se riusciamo a entrare con un rapporto di collaborazione col commissario e con tutta la struttura sarà più facile. Io credo che lì ci sono dei problemi oggettivi- continua Cantone- però credo che Bagnoli sia la grande occasione sprecata”. Al commento del conduttore sul fatto che lo scontro tra il sindaco e il premier non aiuti, Cantone replica: “Penso di no, ma io credo che qui non bisognerebbe mettere in campo uno scontro personale. Qui ci sono gli interessi della città. Qui finché non decolla Bagnoli è difficile per Napoli”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»