NEWS:

Aosta, con ‘Anziani attivi’ una primavera ricca di eventi

Pubblicato:06-03-2022 17:25
Ultimo aggiornamento:06-03-2022 17:26
Autore:

FacebookLinkedIn

AOSTA – Un ricco calendario di attività, dal ballo alle gite fuori porta, dalla ginnastica dolce al gioco delle carte, rivolte agli over 65enni, per creare occasioni di socializzazione e di confronto, ma anche di sport e di divertimento. È il progetto “Anziani Attivi”, promosso dal Comune di Aosta in coprogettazione con le cooperative “La Sorgente” e “L’Esprit à l’Envers” del capoluogo. L’iniziativa è stata presentata durante una conferenza stampa nel Salone ducale del municipio di Aosta.

“Queste attività- ha spiegato l’assessora comunale alle Politiche sociali, Clotilde Forcellati- vogliono essere l’ago e il filo con la quale cerchiamo di cucire il tessuto sociale di questa città, per migliorare la qualità delle vita delle nostre persone anziane, permettendo loro di rimanere attive non solo dal punto di vista fisico ma anche cognitivo”. Il programma propone “alcune attività a pagamento e altre gratuite che vanno a coprire gli interessi di tutti”, ha aggiunto invece Federica Obino della cooperativa “L’Esprit à l’Envers”. Tra le attività più gradite, domenica 13 marzo riprenderanno i pomeriggi danzanti nella sala del ristorante Pezzoli, a Gressan. Non mancherà poi un corso di ginnastica dolce, organizzato insieme al dipartimento prevenzione dell’Usl della Valle d’Aosta, che abbina l’esercizio fisico alle passeggiate nei quartieri e nel centro storico di Aosta, in compagnia dell’istruttore Moreno Gradizzi. Il corso partirà il 21 marzo. Al via anche una serie di laboratori, dalla pittura su stoffa, al gioco delle carte, alla creazione delle bamboline dell’Unicef, organizzati in collaborazione con varie associazioni del territorio al quartiere Dora.

Curioso il laboratorio sul tempo proposto per il 2 aprile al Csv di Aosta: “Vogliamo far capire come funzionano le banche del tempo- ha detto Obino- la nostra Regione è una delle poche a non averne una”. Finalmente si tornerà anche a viaggiare: sono previste diverse gite di uno o più giorni e tre soggiorni estivi: uno a Cesenatico, nella riviera romagnola, un secondo ad Alba Adriatica, in Abruzzo e un terzo alle terme di Salsomaggiore. Soddisfatto per l’organizzazione dell’iniziativa in coprogettazione anche Riccardo Jacquemod della cooperativa la Sorgente: “E’ uno strumento duttile e interessante- ha spiegato- che a differenza del bando permette di apportare delle modifiche al capitolato anche in corso d’opera”. La coprogettazione, che comprende oltre al progetto “Anziani Attivi” anche tutti i servizi di domiciliarità rivolti alla popolazione anziana del capoluogo, tra cui anche il servizio di assistenza domiciliare di prossimità, per un investimento di 1,4 milioni di euro- è “una delle prime sperimentazioni italiane di amministrazione condivisa tra Terzo settore e Comune a cui le altre regioni stanno guardando attentamente”, ha aggiunto Forcellati. Per questo motivo, il Comune di Aosta è stato invitato a partecipare alla Biennale della Prossimità, che si terrà nel mese di giugno a Brescia: “Porteremo il nostro esempio di coprogettazione- conclude l’assessora- sperando che possa servire da modello per altre realtà che vogliono implementare la qualità e la quantità di servizi da rivolgere a questa specifica utenza”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


FacebookLinkedIn