Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Salute, Gemme Dormienti lancia il progetto di oncogenetica ‘We are previvors’

Gemme Dormienti è la prima associazione italiana che si è dedicata alla preservazione della fertilita' per donne e bambine affette da tumori o malattie invalidanti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Nel corso del convegno di questa mattina dedicato alla ‘medicina personalizzata, dalla parte delle donne’, promosso dall’associazione Gemme Dormienti e’ stato lanciato il progetto ‘We are previvors’, “un servizio di consulenza e screening per le pazienti portatrici sane di mutazioni BRCA1/BRCA2. Le pazienti contattando l’associazione potranno prenotare una visita gratuita con il ginecologo e il genetista per poter accedere al test”. E’ la ginecologa e presidente dell’associazione, Maria Vita Ciccarone a lanciare il nuovo impegno di Gemme Dormienti.

Una storia pioneristica italiana, nata con la fondazione dell’onlus 2011, che la ginecologa ha tenuto a ricordare. “E’ la prima associazione italiana che si e’ dedicata alla preservazione della fertilita’ per donne e bambine affette da tumori o malattie invalidanti. Abbiamo pensato a loro come persone, non come malate, per accompagnarle nella preservazione della fertilita’. E’ fondamentale- ha puntualizzato Ciccarone- garantire qualita’ della vita e offrire questa opzione alle pazienti. Se i tempi sono strettissimi in una settimana si puo’ procedere con la preservazione del tessuto ovarico. Per noi e’ decisiva la tempestivita’ ed entro 48h dal contatto con l’ associazione parte il nostro percorso terapeutico e la donna- ha spiegato la presidente di Gemme- viene sottoposta agli esami necessari per il bilancio della sua fertilita’. Le tecniche sono l’analogo del Gnrh, finalmente dal 2016 passato in fascia A; la crioconservazione degli ovociti e la conservazione del tessuto ovarico e subito inviata al centro pubblico di riferimento in rete con l’associazione”. Ma la novita’ lanciata questa mattina e’ il progetto di consulenza oncogenetica per le donne sane portatrici di mutazioni genetiche predisponenti al cancro.

Silvia Morlino, genetista all’ospedale IRCSS San Giovanni Rotondo, Casa Sollievo della Sofferenza, ha approfondito proprio le modalita’ attraverso cui si puo’ accedere al servizio di consulenza oncogenetica, nuovo progetto di Gemme Dormienti per il quale dara’ il suo contributo. “Dalla medicina di precisione con la consulenza genetica possiamo passare alla prevenzione di precisione. Familiarita’ ed ereditarieta’- ha detto- sono fattori di rischio per il tumore mammario non modificabili e in particolare BRCA1 e BRCA2 sono tra i geni principali per il tumore di seno e ovaio, ma ce ne sono molti altri”.

La genetista, dopo aver ricordato i criteri per essere candidati al test genetico, ha invitato le persone a rivolgersi all’associazione Gemme Dormienti per accedere al servizio di oncogenetica “gratuita presso la sede dell’associazione” previsto dal progetto ‘We are previvors’: “Un onore poter partecipare e lanciare questo progetto che sara’ rivolto a donne con sospetta origine genetica della neoplasia familiare. Servira’ a ridurre quell’asimmetria informativa di cui si parlava e creera’ sinergia con il SSN, diventando un supporto nella gestione di questi pazienti. Vi esorto a chiamare a questi numeri: 3386063210, 3895886589 e per la sede dell’Aquila al 393714235803″.

Ma non e’ tutto. Gemme Dormienti, associazione che vede tutti gli esperti, specialisti e figure che danno il loro impegno come volontari, si occupa anche di sessualita’ dopo il cancro, di formazione di operatori in oncofertilita’ con un corso di alta formazione promosso con l’oncologo Paolo Marchetti. La testimonial Sara Zanier, con il video ‘La vita vince due volte’, e’ diventata simbolo e volto dell’impegno di Gemme per le donne: “Vi prendete cura non solo della paziente- ha detto l’attrice intervenuta nel corso dei lavori- ma della persona”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»