Gorizia, ‘l’amaro del Duce’ in vendita all’evento promosso dalla Regione: la denuncia del Pd

Lo denuncia in una nota il consigliere regionale Pd del Friuli Venezia Giulia, Diego Moretti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

TRIESTE – “L’immagine di Benito Mussolini presente sull’etichetta dell’Amaro del Duce a fianco dell’eccellenza regionale della Ribolla, ci saremmo aspettati una netta presa di distanza da parte della giunta Fedriga. E invece, quello che riceviamo è una risposta burocratica da parte dell’assessore Bini”. Lo denuncia in una nota il consigliere regionale Pd del Friuli Venezia Giulia, Diego Moretti, commentando la risposta dell’assessore, Sergio Emidio Bini oggi in commissione Turismo all’interrogazione con la quale Moretti chiedeva conto alla giunta dell’esposizione dell’Amaro del Duce nello stand “Borgo Friuli”, patrocinato da PromoturismoFvg, durante la manifestazione enogastronomica Gusti di frontiera, a Gorizia nel settembre scorso.

“Una risposta che più burocratica di quella ricevuta non poteva esserci- continua Moretti-, ossia che PromoturismoFvg ha dato il patrocinio all’Associazione Nuovi Universi Etnici senza sapere che c’era il marchio ‘Amaro del Duce’, che tutto è meno che un prodotto tipico territoriale o del made in Italy”.

Secondo il dem, è una vicenda “molto seria sulla quale non dovrebbero esseri tentennamenti di alcun tipo”, e auspica una maggiore attenzione di PromoturismoFvg e Comune di Gorizia.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

6 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»