Regione Basilicata verso l’istituzione di un garante per persone con disabilità

La proposta arriva dal presidente della quarta commissione del Consiglio regionale di Basilicata Massimo Zullino (Lega)
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

POTENZA – Assicurare sul territorio regionale la piena attuazione dei diritti e degli interessi individuali e collettivi delle persone con disabilità. È il compito del Garante regionale dei diritti delle persone con disabilità da istituire con apposita legge regionale proposta dal presidente della quarta commissione del Consiglio regionale di Basilicata Massimo Zullino (Lega).

Al garante andrebbe affidata la protezione e la tutela non giurisdizionale dei diritti dei disabili residenti, domiciliati anche temporaneamente o aventi stabile dimora sul territorio regionale.

È stato lo stesso Zullino a spiegarla in un incontro che si è svolto nella sala A del Consiglio regionale, in viale Verrastro, a Potenza. “Questa legge – ha detto – segue quella già illustrata sugli interventi per la promozione e la valorizzazione dell’amministratore di sostegno a tutela dei soggetti deboli e precede quella sul Dopo di noi che contiamo di presentare nei primi quindici giorni di marzo. Passiamo quindi dalle parole ai fatti”.

Il garante dei diritti delle persone con disabilità, oltre a svolgere e promuovere l’affermazione del pieno rispetto della dignità umana e dei diritti di libertà e di autonomia dei soggetti interessati, dovrà garantire la piena accessibilità dei servizi e delle prestazioni per la prevenzione, la cura e la riabilitazione nonché la tutela giuridica ed economica della persona con disabilità e la piena integrazione sociale, a partire dall’obbligo scolastico.

Il garante sarà eletto dal Consiglio regionale tra le persone di età non superiore a sessantacinque anni e non inferiore a quaranta e dovrà essere laureato in materie giuridiche o sociali. Durerà in carica cinque anni e percepirà una indennità lorda di funzione onnicomprensiva pari al 25 per cento di quella lorda di carica dei consiglieri regionali.

Zullino ha anche annunciato l’istituzione del Forum tecnico scientifico di confronto per le politiche sociali.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

6 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»