Frecciarossa deraglia nel lodigiano, morti due macchinisti

La tragedia intorno alle 05.35, decine i feriti
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – E’ di due morti e 31 feriti il bilancio definitivo della tragedia ferroviaria di Lodi. Il treno Alta Velocità Frecciarossa numero 9595 procedeva sulla linea Milano-Salerno quando, intorno alle 05.30 del mattino, è deragliato. Nell’incidente hanno perso la vita i due macchinisti.

Dei feriti 4 sono ricoverati in codice giallo a Lodi (2), Cremona e Pavia, e 27 in codice verde negli ospedali di Lodi(8), Melegnano (4), Crema (3), Humanitas (3), Codogno (2), Piacenza (3) e Castel San Giovanni (4).

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, dopo aver svolto questa mattina un primo sopralluogo nella zona in cui si e’ verificato il deragliamento del treno Frecciarossa, si e’ recato all’Ospedale di Lodi dove sono ricoverati alcuni dei feriti dell’incidente.

Foto Polizia di Stato

Il traffico ferroviario è stato sospeso in entrambe le direzioni.

Soccorsi a pieno ritmo nella zona di Livraga, nel lodigiano, dove stamattina alle 5.35 circa un treno è deragliato provocando la morte di due macchinisti e il ferimento non grave di ventisette persone, 2 in codice giallo e 25 in codice verde. I due feriti in codice giallo, come sottolinea l’assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera, sono stati trasportati a Cremona (in elicottero) e a Lodi. “Si sta procedendo a trasportare anche gli altri feriti in codice verde negli ospedali vicini- afferma- e diciotto di questi sono stati evacuati dalla zona dell’incidente”. Il 118 è intervenuto nel luogo del deragliamento con due elicotteri attrezzati per il volo notturno provenienti da Brescia e da Como e con 12 ambulanze, alle quali come rendono noto da Palazzo Lombardia se ne sono aggiunte altre. Dalle prime immagini si nota la distanza tra la motrice e il resto del treno: la testa del mezzo, ribaltata insieme ai primi due vagoni, è finita dietro una piccola costruzione ferroviaria, con ciò che resta del muso puntato in direzione nord, opposta a quella di marcia.

RITARDI, CANCELLAZIONI E RIPROGRAMMAZIONI TRENI DOPO INCIDENTE

L’incidente nei pressi della stazione di Livraga (Lodi) sulla linea dell’alta velocità che ha coinvolto il treno 9595 (Milano-Salerno) sta causando ritardi, cancellazioni e riprogrammazioni. Lo fa sapere Rfi, precisando che i treni alta velocità fra Milano e Bologna percorrono la linea convenzionale fra Milano e Piacenza con ritardi fino a 60 minuti. Sono previste anche limitazioni di percorso e cancellazioni.

L’incidente impatta anche sulla circolazione dei treni regionali: sulla linea Lodi-Saronno (S1) i regionali sono limitati a Melegnano e Milano Rogoredo. I convogli della linea Milano Bovisa Fnm-Melegnano (S12) sono limitati a Milano Rogoredo.

MATTARELLA: “SI FACCIA PRESTO LUCE”

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, appresa la notizia del deragliamento del treno nel lodigiano, ha espresso il suo cordoglio per i ferrovieri Giuseppe Cicciù e Mario Di Cuonzo, “due nuove vittime del lavoro”, e si è augurato che si faccia presto luce sulla dinamica del grave incidente, per garantire il diritto dei cittadini alla sicurezza nei trasporti.

CONTE: TRAGEDIA SU CUI È NECESSARIO FARE CHIAREZZA

“La morte di due macchinisti nel deragliamento del Freccia rossa vicino Lodi è una tragedia su cui è necessario fare chiarezza. Esprimo il mio cordoglio alle famiglie delle vittime e vicinanza ai feriti. Il mio ringraziamento va alla macchina dei soccorsi”. Lo scrive su twitter il premier Giuseppe Conte.

DE MICHELI: PRIMO PENSIERO VA A FAMIGLIE VITTIME E A FERITI

“Il primo pensiero va alle famiglie delle vittime e ai feriti del Freccia rossa. Stiamo facendo tutto ciò che è nelle nostre possibilità per avere un quadro chiaro della situazione e supportare il lavoro della magistratura”. Lo scrive su twitter Paola De Micheli, ministra dei Trasporti e delle Infrastrutture.

CORDOGLIO DA FS E COLLEGHI PER MACCHINISTI MORTI

Cordoglio per le vittime e vicinanza ai familiari e ai passeggeri coinvolti da parte di Ferrovie. “Il gruppo Fs italiane e tutti i ferrovieri esprimono profondo cordoglio per il decesso dei due colleghi macchinisti del treno alta velocità 9595 Milano-Salerno”.

Il Gruppo Fs italiane, si legge in una nota, “è vicino ai familiari dei colleghi offrendo il massimo supporto a loro e a tutte le persone coinvolte nell’incidente di stamattina”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

6 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»