Migranti, Gabrielli: “I Cie ci sono sempre stati, verificarne le condizioni”

ROMA - "Abbiamo una legge che
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print


ROMA – “Abbiamo una legge che li prevede, se nel nostro paese una fetta significativa delle forze politiche sono contrarie basta abrogare la norma”. Così il capo della Polizia, Franco Gabrielli, interpellato da SkyTg24 sui Cie, che sottolinea, “ci sono sempre stati“.

Gabrielli osserva che c’è stata una “rappresentazione come luoghi di condizione inumana” e allora “l’idea del governo, che non possiamo che sostenere, è creare più strutture sul territorio che non significa accoglienza diffusa, sono due cose diverse. I Cie- osserva Gabrielli- non hanno ricaduta sul territorio, perché le persone non possono uscire“. Allora la soluzione è quella prevista nel progetto del ministro Minniti, di trovare “strumenti per verificare le condizioni dentro i Cie”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»