Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Blitz a Tor Bella Monaca, sigilli al bar Moccia

bar-moccia
Il bar chiuso per una norma che lo permette se l'esercizio è frequentato da persone pregiudicate o pericolose
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sigilli al Bar Moccia in via Giovanni Castano, nel quartiere di Tor Bella Monaca a Roma. Al termine di serrate indagini dei Carabinieri del Comando provinciale di Roma, e’ stata disposta la sospensione dell’attività per 7 giorni del locale, che si trova nel quartiere popolare a Est di Roma, in base all’articolo 100 del Tulps, che prevede la sospensione della licenza di un’attività qualora il locale sia ritenuto abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose. Al termine delle indagini, la chiusura è stata disposta dal questore di Roma, Carmine Esposito. L’operazione di oggi si inquadra in una più ampia strategia delle forze dell’ordine, definita in sede di Comitato provinciale ordine e sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto Matteo Piantedosi, già avviata nelle scorse settimane e tesa a presidiare e monitorare i luoghi ritenuti più a rischio per la sicurezza dei cittadini e l’ordine pubblico. Strategia che ha iniziato a mostrare i suoi effetti nell scorse ore, in uno dei quartieri più sensibili al tema della sicurezza e delle influenze dei clan, dove da tempo si concentrano le indagini della Dda di Roma che in passato hanno riguardato membri e affiliati alle famiglie Cordaro e Moccia”.

“Ringrazio Prefettura e Questura per aver chiuso il Bar Moccia a Tor Bella Monaca, nella periferia Est di Roma, ritenuto ritrovo di persone pregiudicate e pericolose. Le istituzioni sono unite per riportare legalità sul territorio e combattere la criminalità, a tutela dei più deboli”, ha scritto su Twitter la sindaca di Roma, Virginia Raggi. 

“Voglio esprimere un ringraziamento alle forze dell’ordine e alla Prefettura per la chiusura del bar Moccia a Tor Bella Monaca, secondo le indagini abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose. Questo intervento ribadisce la volontà e la necessità di presenza dello Stato nelle periferie garantendo la sicurezza dei cittadini tanto con il contrasto alle influenze delle organizzazioni criminali, quanto con investimenti per migliorare la qualita’ della vita dei cittadini”. Così il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. “Proprio a Tor Bella Monaca- spiega Zingaretti- la Regione Lazio ha avviato i lavori di riqualificazione delle quattro torri Ater di via Santa Rita da Cascia. Un investimento di 5,6 milioni di euro per la completa ristrutturazione degli immobili. I lavori riguarderanno le coperture, cappotti termici, infissi, ingressi, playground, piantumazione di nuovi alberi, nuovi parcheggi, videosorveglianza e nuova illuminazione. In questo modo- conclude Zingaretti- la Regione Lazio fa la sua parte per rendere la capitale più bella, più vivibile e più sicura”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»